Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sgombero campo Rom a Tor de' Cenci

Amnesty International: "Lo sgombero avvenuto in violazione degli standard internazionali"

Automobili stracolme di sacchi, buste e scatoloni. Donne pronte a issare sui furgoni i bagagli confezionati “alla meglio”. E poi le ruspe che alle prime ore di questa mattina hanno iniziato a demolire le baracche, che fino ad oggi componevano il campo nomadi di Tor De’ Cenci. Le ha inviate il Campidoglio che giovedì ha incassato il via libera dal Tar del lazio a procedere allo smantellamento per motivi igienico-sanitari. Sono 400 le persone in totale, pronte a muoversi con mezzi propri o con i pullman che aspettano all’ingresso dell’ex campo.

"Lo sgombero di quest’oggi – commenta il vicesindaco Sveva Belviso - si è reso immediatamente esecutivo dopo il pronunciamento del Tar del Lazio che ieri ha stabilito la validità e la correttezza dell’azione amministrativa di Roma Capitale che, già dal mese di luglio, chiedeva la chiusura immediata del campo nomadi per i gravi problemi igienico-sanitari ed ambientali. La chiusura di Tor de Cenci dimostra, ancora una volta, la validità del Piano Nomadi capitolino e certifica la correttezza istituzionale intrapresa da Roma sia nei confronti dei territori nei quali insistevano campi abusivi, sia nel rispetto della salute e del benessere dei cittadini".

Amnesty International - Secondo l'organizzazione internazionale per i diritti umani lo sgombero a Tor de' Cenci sarebbe avvenuto in "violazione degli standard internazionali sugli sgomberi", ''I residenti del campo non sono mai stati consultati in modo effettivo sulla chiusura del campo, né è stata loro offerta un'adeguata soluzione abitativa alternativa. - denuncia Amnesty - L'organizzazione per i diritti umani ha sottolineato il timore che l'unica soluzione offerta dalle autorita' finira' per dar luogo all'ulteriore segregazione etnica per le famiglie sgomberate''.

Inoltre, secondo Amnesty International, lo sgombero rischia di rendere queste famiglie ancora piu' vulnerabili a nuove violazioni dei diritti umani, compreso ''il diritto a un rimedio efficace, a un alloggio adeguato, alla vita familiare, all'istruzione e all'uguaglianza di fronte alla legge''.

[28-09-2012]

 
Lascia il tuo commento