Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, ancora un'occasione sprecata

I giallorossi non vanno oltre l'1-1 contro la Samp: decisiva una papera di Stekelenburg. Non basta il gol numero 216 di Totti.

L’Olimpico si trasforma in una maledizione. Alla terza uscita casalinga, la Roma non va oltre il pareggio contro una Sampdoria che ha giocato metà della partita in dieci uomini. Come contro il Bologna, i giallorossi hanno chiuso in vantaggio un ottimo primo tempo per poi vanificare tutto con una ripresa pessima sul piano fisico e mentale. Totti segna il gol numero 216, ma non basta a ottenere i primi tre punti casalinghi per una squadra che palesa ancora una volta fragilità storiche.

PRIMO TEMPO – Zeman a sorpresa lascia in panchina De Rossi, ancora non al meglio, inserendo Marquinho. In difesa Taddei vince il ballottaggio con Piris. Nonostante l’ottima organizzazione difensiva della Samp predisposta da Ferrara, la Roma ottiene subito la supremazia territoriale. Al 9’ Destro si trova a tu per tu con Romero dopo uno svarione del portiere sul rinvio, ma l’argentino si riprende chiudendo bene lo specchio. E’ ancora Romero a deviare in maniera decisiva un cross di Lamela al 19’. Al 31’ Pozzi deve lasciare il campo per un problema muscolare, e al suo posto entra Krsticic. Al 34’ la Roma trova il gol: Destro si trova di nuovo a tu per tu con Romero, il portiere para ma Lamela raccoglie e serve Florenzi, che crossa in maniera lucida per Totti, il quale firma il gol numero 216 e supera un altro record. Prima dell’intervallo, di nuovo Destro ha il pallone del 2-0, ma a tu per tu con Romero perde ancora una volta il duello col portiere blucerchiato.

SECONDO TEMPO – Neanche un minuto, e Maresca viene espulso per seconda ammonizione dopo un fallo su Lamela. Sembra tutto in discesa, e invece la Roma ancora una volta si impantana. Al 16’ su un cross di Berardi Stekelenburg si fa sfuggire il pallone e ne approfitta Munari, che segna. L’errore del portiere olandese si rivelerà purtroppo decisivo. Zeman si gioca De Rossi per Tachtsidis, protagonista di una prova anonima. Ma da qui i giallorossi sono protagonisti di un possesso di palla sterile, fatto di lanci e cross sbagliati ed errori di misura e di scarsissima mobilità. Anzi, al 23’ Castan, migliore per distacco della Roma, deve intervenire miracolosamente su Icardi lanciato a rete. L’unico rischio effettivo corso dalla Samp, chiusa negli ultimi venticinque metri per mezz’ora, arriva all’ultimo secondo: Balzaretti va a colpire di testa da due passi ma Romero risponde alla grandissima.

La gara ha palesato ancora una volta una serie di problemi su cui Zeman dovrà molto lavorare. Il primo è di tipo mentale: subito il gol, per la seconda volta la Roma si blocca e non riesce a esprimere il proprio gioco. Il secondo è invece di natura fisica: i cali visti nei secondi tempi non possono essere casuali, e lo testimoniano la serie di errori banali dovuti alla scarsa lucidità. Infine, la squadra non pare aver affatto digerito gli schemi del boemo: la manovra è ancora molto lenta e i movimenti senza palla ancora troppo pochi. Passando ai singoli, ancora una volta impalpabile Destro, mentre su tutti spicca, come detto ,Castan. Sabato c’è la Juve, e i giallorossi non partono esattamente con l’umore giusto…

Simone Luciani

Roma-Sampdoria 1-1

Roma: Stekelenburg; Taddei, Burdisso, Castan, Balzaretti; Marquinho, Tachtsidis (62′ De Rossi), Florenzi; Lamela, Destro, Totti. A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Marquinhos, Romagnoli, Piris, Bradley, Perrotta, De Rossi, Lopez, Tallo. All.: Zeman

Sampdoria: Romero; Berardi, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari, Maresca, Obiang; Estigarribia (49′ Icardi), Pozzi (33′ Krsticic), Eder (35′ st Soriano) . A disp.: Berni, Castellini, De Silvestri, Poulsen, Mustafi, Renan, Icardi. All.:Ferrara

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 34′ Totti (R), 18′ st Munari (S)

Ammoniti: Maresca, (S) Lamela, Taddei, Florenzi (R)

Espulsi: Maresca (S)

[26-09-2012]

 
Lascia il tuo commento