Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Concerto Radiohead a Roma, recensione

la band inglese incanta i 25.000 di Capannelle e dedica un brano a Berlusconi

di Antonio Bella

Due ore abbondanti di spettacolo; Il gruppo inglese dei Radiohead non si è risparmiato nel suo primo appuntamento romano in un concerto completo. L'evento musicale tra i più attesi dell'anno, dopo l'annullamento della data del 30 giugno, non ha deluso neofiti ed appassionati della band di Thom Yorke. Quello che è stato definito da molti come il concerto rock dell'anno inizia alle 21:35. I Radiohead salgono sul palco dopo la band di spalla, i canadesi Caribou, che propongono una buona musica elettronica.

L'arena si anima di luci pulsanti ed onde sonore invadono i circa 25000 spettatori assiepati sulla piana dell'Ippodromo delle Capannelle. Dodici schermi mobili sovrastano la band e su ognuno di essi si può cogliere un dettaglio di cosa sta accadendo sul palco, come se si fosse a due metri da Thom Yorke.

Sono pochi i "pezzi" storici e molti invece arrivano dall'ultimo album, "The King of Limbs”: Bloom, Morning Mr. Magpie, Separator, Feral, Give Up the Ghost. Nella scaletta non mancano i brani più istrionici, in grado di portare il pubblico sulle montagne russe e poi di farlo cadere su un materasso di musica e giochi visivi. Brani capaci di una forza inaspettata dal vivo: Idioteque, Paranoid Android, Exit Music ed il pezzo di chiusura: Everything in Its Right Place, che viene eseguito con la bandiera del Tibet al centro palco. Il gruppo dedica ironicamente una canzone all'ex premier e leader del Pdl Silvio Berlusconi. ''This is for Berlusconi'', ha detto il cantante e frontman del gruppo, Thom Yorke, introducendo il pezzo ''The Daily Mail''. La canzone fa riferimento allo scandalo delle intercettazioni illegali e al cinismo dei tabloid nel trattare le vicende dei personaggi pubblici. Il testo recita: ''Sei veloce a perdere, perderai. Hai saltato la coda, sei tornato di nuovo, presidente a vita''.

Per due volte i Radiohead escono di scena e rientrano riproponendo 3-4 brani. Thom Yorke e compagni sono scatenati, danno il meglio di loro stessi con sonorità complesse ma allo stesso tempo pulite. Il vortice di emozioni finisce presto, anche due ore e mezza sono poche per un concerto così.







La scaletta del concerto dei Radiohead a Roma

Lotus Flower
Bloom
Step
Weird Fishes/Arpeggi
Kid A
Morning Mr Magpie
There There
The Gloaming
Separator
Pyramid Song
Nude
Staircase
I Might Be Wrong
Planet Telex
Feral
Idioteque
encore #1
Exit Music (for a film).
House Of Cards
The Daily Mail
Myxomatosis
Paranoid Android
encore #2:
Give Up The Ghost
Reckoner
Everything In Its Right Place

 
 

[23-09-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE