Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sequestro di armi a Primavalle, pistole affittate a 1000 euro al mese

denunciate due persone, le armi potrebbero esser state utilizzate durante rapine o agguati

La pistola Beretta calibro 7,65 ed il fucile a canne mozze sequestrati oggi dalla polizia potrebbero esser stati utilizzati durante rapine od agguati mortali nella zona di Torrevecchia e Primavalle. Una perizia balistica sulle armi stabilirà ora se sono state usate recentemente.

Gli uomini del commissariato Primavalle, diretti da Domenico Condello, le hanno sequestrate insieme a 260 cartucce di vaio calibro, un passamontagna, una fondina, dei caschi e tutto l’occorrente per la manutenzione delle pistole. Gli oggetti erano nascosti in una cantina, chiusa con porta blindata, in via Emilio Sfondrati, dentro un borsone. La Beretta ha la matricola abrasa mentre il fucile a canne mozze è stato modificato, sia nel calcio che nella canna, per aumentarne la potenza. Le armi venivano affittate dai 700 ai 1000 euro al mese e le oltre 260 cartucce di diversi calibri fanno pensare che, nella cantina di via Sfondrati ci fosse una vera e propria armeria a disposizione di chi pagava.

Un 43enne romano, pregiudicato, è stato denunciato per detenzione illegale di armi alterate e clandestine e detenzione di munizionamento da guerra. La compagna del 43enne, una ragazza di 20 anni, è stata invece denunciata per favoreggiamento. Nel corso delle perquisizioni la polizia ha anche sequestrato due chili e mezzo di hashish ed arrestato un uomo per detenzione di stupefacenti.

[14-09-2012]

 
Lascia il tuo commento