Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ucciso da un vaso. Forse a provocare la caduta stato un gatto

l'ipotesi al vaglio degli investigatori. Indagata per omicidio colposo la proprietaria dell'appartamento

Potrebbe esser stato un gatto che, salito sul davanzale del balcone del palazzo di via Appia Nuova 197, ha urtato e poi fatto precipitare il vaso che poi ha colpito ed ucciso Cristian Giacomini, di appena 13 anni. E' un'ipotesi al vaglio degli inquirenti che ieri hanno iscritto nel registro degli indagati la proprietaria dell'appartamento con l'accusa di omicidio colposo. I Pm potrebbero anche estendere il provvedimento al marito della donna. Erano entrambi assenti da casa nel momento dell'incidente. Il gatto della coppia, libero di muoversi anche sul balcone, potrebbe aver urtato il vaso causandone la caduta.

Chi indaga sull'accaduto non esclude però neanche l'ipotesi che ad urtare l'oggetto siano stati due ragazzini che stavano giocando nel balcone adiacente. Intanto il quartiere Appio si stringe intorno alla famiglia Giacomini colpita da questa assurda tragedia. Gli organi del ragazzo sono stati donati.

 
 

[12-09-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE