Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operai Alcoa, via da Roma

Alemanno: Sono mesi che questa vicenda va avanti senza che i Ministeri diano risposte"

Gli operai Alcoa, provenienti dalla Sardegna, sono rientrati ad Olbia e, dopo le proteste di lunedì in città, hanno occupato il traghetto della Tirrenia all'attracco nel porto dell'Isola Bianca a Olbia. Al termine dell'incontro al ministero dello Sviluppo Economico tra i delegati sindacali ed i rappresentanti del governo, si è deciso per una dilazione del termine previsto inizialmente dall'azienda (il primo novembre invece dell’8 ottobre) per la procedura di spegnimento dell'impianto Alcoa di Portovesme. La decisione è stata presa al termine del tavolo che si è tenuto al ministero dello Sviluppo economico e che si è protratto per tutta la giornata di lunedì per decidere le sorti dell'impianto sardo.

"E' vero, l'azienda ha dichiarato che rallenterà le procedure di fermata, spegnendo fra le cinque e le sei celle elettrolitiche al giorno - afferma Rino Barca della Fim Cisl- ma da qui al prossimo primo novembre l'impianto sarà stabilmente fermo. Ci sono ancora 270 celle in attività, quindi abbiamo ancora una cinquantina di giorni, considerato che le procedure proseguono anche il sabato e la domenica. Dobbiamo utilizzare questo tempo al meglio, per evitare la fermata".

Alemanno attacca il governo - "Mi domando se era necessario far passare un’altra giornata di inferno alla città di Roma per trovare una giusta soluzione per gli operai dell’Alcoa -ha commentato Alemanno- Sono mesi che questa vicenda va avanti senza che i Ministeri competenti riescano a dare una risposta a centinaia di famiglie che rischiano di essere gettate sul lastrico per le decisioni arbitrarie di una multinazionale che, per altro, priverebbero il nostro Paese di un’importante filiera produttiva dell’industria. Queste vertenze non debbono essere portate all’esasperazione ma devono essere affrontate con lungimiranza e progettualità. In molti casi, abbiamo criticato i sindacati per manifestazioni che hanno creato grave disagio alla nostra città. Questa volta critichiamo il Governo per aver costretto i manifestanti a tanta disperazione e ci auguriamo che il più presto possibile si trovi una soluzione".
 
TAG: alcoa
 

[11-09-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE