Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regione, gli sprechi della Polverini secondo il Pd

la replica del centrodestra: "Nessuna lezione da Montino"

“La Presidente della Giunta più cara d’Italia non può fare la paladina contro gli sprechi”. Sono le accuse del capogruppo Pd alla Regione Lazio Esterino Montino contro la gestione del centrodestra in Regione. Il Presidente della Regione Lazio Polverini aveva infatti chiesto una riduzione dei costi del Consiglio Regionale, criticandone gli sprechi di denaro. Ma Montino attacca la Polverini, rea di aver amministrato sprecando denaro pubblico: “Per fare una polemica di questa natura bisogna avere le carte in regola -continua Montino- Significa aver fatto tutto il possibile per diminuire azioni clientelari, assunzioni a termine, lunghi elenchi di consulenze. La Polverini ha fatto delibere che sono in rete pari a 268 persone. Che hanno un contratto a termine, che hanno rapporti di consulenza con la Giunta Regionale, quindi con gli assessori e con la presidenza della Giunta”. Assunzioni, consulenze e vitalizi fuori controllo – dai quali, secondo il numero uno del Pd alla Pisana – “si potrebbero risparmiare 100 milioni di Euro”.

"Sono 283 sono le persone assunte per chiamata diretta dalla Giunta, dall’inizio legislatura, per un costo di circa 20 milioni di euro annui. -Per il Pd- Sono troppi i soldi spesi in pubblicità e sponsorizzazioni: uno spreco complessivo di 10 milioni di euro”. Ecco un elenco preciso fornito dal Pd: "Uno spreco complessivo di 10milioni di euro per campagne pubblicitarie, iniziative promozionali, iniziative promozionali, missioni e partecipazioni degli esponenti della Giunta, visibilità per eventi, convegni e conferenze". Sprechi, secondo Montino, anche per "tanto sbandierato" piano rifiuti, "costato 703mila euro, per la campagna pubblicitaria sulle liste d'attesa 421mila euro. 'Roma Cavalli 2011' ha avuto qualcosa come 311mila euro, il 'Family Day' di Fiuggi 147mila euro".

La replica - In merito alle dichiarazioni del consigliere Montino, l'Assessorato alla Salute della Regione Lazio precisa: ''Quando si cita la Corte dei Conti sarebbe meglio farlo utilizzando una maggiore cautela nelle affermazioni e ricordando tutti i rilievi mossi in questi ultimi anni, soprattutto se a parlare è chi ha governato la regione Lazio per cinque lunghi anni''. ''La stessa Corte di Conti, infatti - sottolinea l'Assessorato - per gli anni 2007/2009, fa dei rilievi molto seri arrivando ad ipotizzare danni erariali e non era certo questa giunta al governo della regione. Per quanto riguarda il sistema dell'emergenza regionale, anche in questo caso a tradire sono i vuoti di memoria: durante la precedente amministrazione i blocchi delle ambulanze presso i pronto soccorso avevano raggiunto tempi record di circa 1200 ore al mese e in alcuni periodi toccarono le 116 ore e 37 minuti ininterrotte, tanto da costringere la precedente giunta ad istituire cabine di regia e bad manager ad hoc senza alcun risultato concreto''.

"Montino, che è in Regione fin dall’epoca della loro istituzione -replica il consigliere regionale Pdl, Annalisa D’Aguanno - sa qual è stato il contributo sostanziale del PCI-PDS-DS e infine il Pd nell’alimentare il buco di bilancio della nostra regione; e quindi non possiamo accettare nessuna lezione dalla sinistra".

[08-09-2012]

 
Lascia il tuo commento