Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Colosseo, ipotesi recinzione contro i crolli

allo studio anche dei dissuasori perimetrali

Desta preoccupazione lo stato di salute del Colosseo e dopo la caduta di alcuni frammenti dalle arcate ora si pensa a creare una "zona rossa" di circa 11 metri attorno all'Anfiteatro Flavio in cui non sarà possibile accedere. E’ un’ipotesi che –in attesa del restauro-potrebbe tutelare lo storico monumento simbolo della città.

Saranno i vigili del fuoco a decidere se la stabilità del monumento è effettivamente a rischio e se c'è anche un pericolo di incolumità per le persone. Tra le varie cause che avrebbero determinato i recenti piccoli distacchi anche le avverse condizioni climatiche, ovvero il picco di temperature alte seguito da temporali degli ultimi giorni.

Ipotesi zona rossa - Per il Colosseo sono in fase di progettazione anche dei dissuasori perimetrali di design, ovvero compatibile col monumento, ad una distanza di 15 metri. Allo studio dei dissuasori che in maniera discreta ed elegante, senza impatto sull'area archeologica, segnalino l'area interdetta. Tra le ipotesi anche un perimetro luminoso notturno. Nell'area di rispetto anche punti in cui le persone verranno informate sul divieto d'accesso e sui motivi. Escluso il ricorso a transenne perché antiestetiche. Nella zona rossa non saranno permesse attività commerciali.

[07-09-2012]

 
Lascia il tuo commento