Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aereo ultraleggero precipita in via di Fioranello, due morti

l'incidente non lontano dal Gra, l'aereo era sprovvisto di scatola nera

"Quando l'aereo si è schiantato a terra ho provato ad avvicinarmi per salvare i due piloti -racconta un operaio- i due  però mi sembravano già morti. Io ed il proprietario ci siamo avvicinati - racconta - eravamo a pochi passi dal velivolo quando però una forte esplosione ci ha colpito costringendoci ascappare". Denis, questo il nome dell'operaio, ricorda ancora  itragici minuti dell'impatto. "L'aereo si è avvitato su se stesso e poi è precipitato - conclude -, quando mi sono avvicinato sono riuscito a vedere i due piloti, ancora imbragatie con la testa inclinata su un lato".

Sono ancora spaventati e sconvolti i dipendenti del deposito giudiziario che, intorno alle 13, hanno assistito all’incidente aereo che ha coinvolto un Cessna modello 402B 4 posti, caduto per motivi ancora tutti da chiarire in via di Fioranello, nei pressi di ciampino. Il velivolo è precipitato sopra ad un deposito giudiziario di auto, all’interno del quale stavano lavorando diversi operai che sono riusciti a mettersi in salvo e sono rimasti illesi. Nell’impatto hanno perso la vita due persone che erano a bordo dell’aereo. Le vittime sono Antonio Savoldi, 39enne bresciano e Alfred Segarioli, pilota originario di Trieste.

Il piccolo Cessna parte questa mattina intorno alle 9.15 da Montichiari, è diretto all’aeroporto dell’urbe. Quando sorvola via di fioranello, all’altezza dell’incrocio con via ardeatina in corrispondenza del grande raccordo anulare, il motore smette di funzionare. Prima uno strano sibilo, poi il silenzio e quindi l’inevitabile schianto contro le auto del deposito. Si alza una densa nube di fumo nero con fiamme che si elevano fino a 15 metri. Per i piloti, non c’e’ nulla da fare. I vigili del fuoco trovano i loro corpi carbonizzati nella carlinga, erano due dipendenti della ditta rossi srl della provincia Lombarda, che si occupa di rilievi fotogrammetrici. Sembra che i due stessero effettuando delle rilevazioni per la Apple e non per Google Map, come inizialmente era stato scritto.

L’agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha avviato un’inchiesta, sull’incidente sta indagando anche la polizia. L’aereo era sprovvisto di scatola nera e quindi sarà ancora più complicato stabilire con esattezza le cause dell’incidente. Per i proprietari del deposito solo tanta paura. I dipendenti al momento dell’impatto stavano per andare in pausa pranzo.

[07-09-2012]

 
Lascia il tuo commento