Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Si finge cieca, smascherata dalla finanza

denunciata una donna di 66 anni

E’ la solita vecchia storia: una non vedente che ci vede benissimo, tanto da guidare la macchina e leggere documenti, ma che per anni ha incassato ogni mese un assegno di 800 euro per un handicap inesistente. Stavolta a cadere nella rete dei carabinieri è stata una donna di 66 anni, che simulava una cecità assoluta. La finta cieca, nata in provincia di Siena ma da anni residente ad Ariccia, dal 2005 percepiva l’assegno mensile oltre ad essere impiegata in una struttura sanitaria dove svolgeva mansioni amministrative.

Le indagini dei militari sono durate settimane, abbastanza da mettere insieme una copiosa documentazione sulla falsa cecita’ della 66enne. La donna infatti passeggiava senza problemi per le strade di ariccia, prendeva i mezzi pubblici, si guardava bene intorno prima di attraversare la strada, e guidava senza alcun problema la sua macchina. In sostanza, cieca non lo era davvero. I carabinieri l’hanno fermata ad un posto di blocco: la donna era al volante di un’auto sprovvista di assicurazione e con in tasca una patente non in regola. Così le è stato chiesto di seguire i militari in caserma. La 66enne ha raggiunto la stazione dei carabinieri di Ariccia con la sua auto, ha parcheggiato, ha raggiunto gli uffici e ha firmato i verbali. I Carabinieri l’hanno arrestata con l’accusa di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato: nel corso di questi anni la donna ha intascato 65mila euro senza averne diritto. Denaro che ora dovrà restituire.

[06-09-2012]

 
Lascia il tuo commento