Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Ribelle - The Brave

di Mark Andrews, Brenda Chapman.

di Svevo Moltrasio

La giovane Merida dai rossi ricci preferisce la natura e l'arco alle cerimonie cui la vorrebbero costringere i genitori. Ma una giovane principessa deve sottostare agli impegni tradizionali del proprio regno. Come uscirne? Basta chiedere aiuto ad una strega.

Dopo il primo passo falso in termini qualitativi fatto registrare con CARS 2, la Pixar torna al cinema con un nuovo lavoro che ha registrato un cambio in corso in cabina di regia: l’autrice della storia Brenda Chapman è stata infatti sostituita in corso d’opera da Mark Andrews. Accolto bene ma senza entusiasmi dalla critica statunitense, al botteghino il film se l’è cavata egregiamente.

Come capitato di rado in casa Pixar, protagonisti assoluti della storia sono gli uomini, nello specifico una giovane principessa di un antico regno scozzese dallo spirito indipendente lontano dalla tradizione cui vorrebbe obbligarla la madre. Il classico scontro generazionale, tra dispetti e punizioni, si trasforma in un confronto doloroso di reciproca scoperta, tra genitore e figlia, in seguito ad un malaugurato incidente di magia. Nella tradizione Pixar il tutto è condito di una piacevole ironia e di un ritmo intelligentemente sostenuto.

Il problema è che oltre a quello che vediamo c’è poco più, la storia fila via senza troppi intoppi e le allusioni, i sottotesti cui ci aveva abituato la Pixar sembrano mancare. Rimane il classicismo di una vicenda eterna e la piacevolezza della visione. Troppo poco. Di conseguenza non una scena resta memorabile e lo strabiliante repertorio Pixar per il secondo anno consecutivo non si arricchisce di nuove perle.
 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - pixar
 

[04-09-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE