Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Europa League, la Lazio pesca il Tottenham

Oltre alla squadra inglese i biancocelesti affronteranno Panathinaikos e Maribor

Dopo la qualificazione ottenuta ieri ai danni del Mura con un convincente 3 a 1, la Lazio di Petkovic ha assistito pochi minuti fa al sorteggio per la fase a gironi di Europa League. I biancocelesti sono stati inseriti nel Gruppo J e dovranno fare i conti con il Tottenham, team ambizioso della Premier League, oltre che con il Panathinaikos, temibile soprattutto quando gioca in casa. Non può essere un ostacolo insormontabile, invece, il team sloveno del Maribor.

"Non si poteva scegliere. È un gruppo molto competitivo, ma niente è impossibile. Abbiamo possibilità reali di passare il turno". Il tecnico della Lazio, Vladimir Petkovic, commenta così il sorteggio di Europa League svoltosi oggi a Montecarlo. "Sono tre belle squadre - ammette l'allenatore biancoceleste ai microfoni di Lazio Style Radio -. Giocare contro di loro potrebbe essere molto interessante per i nostri tifosi. Sono molto contento". Petkovic tornerà allo stadio White Hart Lane di Londra dopo l'eliminazione nel preliminare di Champions League, quando era alla guida degli svizzeri dello Young Boys. "Il Tottenham è tra i più forti club d' Inghilterra - riconosce il tecnico - Con loro non conta solo il calcio giocato ma anche la pressione di quello che succede intorno. Sarebbe bello iniziare subito con una partita forte, subito dopo la pausa della nazionale". Parole di apprezzamento anche per le altre avversarie europee. "Il Panathinaikos è una squadra di grande valore in Grecia ed è uscito sfortunatamente dal preliminare di Champions League così come gli sloveni del Maribor", spiega l'allenatore che comunque confida nei propri giocatori. "Guardando altri gironi potevamo essere quasi sicuri di qualificarci, ma dobbiamo essere noi competitivi per passare il turno. Dobbiamo giocare al 100% e dare tutto: decideranno le piccole cose e segnare una rete in più può essere decisivo", sottolinea Petkovic.


Vincenzo Samà
 
 
 

[31-08-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE