Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aspettando Bush

10.000 uomini per la sicurezza

George Bush

Arriva stasera intorno alle 21:00 il presidente degli Stati Uniti. Una visita che sta creando non pochi grattacapi alle forze dell’ordine, ormai da giorni al lavoro per garantire la sicurezza di tutti, da Bush e il suo staff ai cittadini romani.

Per il regolare svolgimento della tappa italiana si sta pensando a tutti gli aspetti. Massimo impegno non soltanto per i 10 mila uomini, tra polizia carabinieri e municipale che saranno impiegati nel corso dei tre giorni. Durante il vertice che c’è stato ieri pomeriggio a palazzo senatorio a cui hanno preso parte il vicecapo di gabinetto del Comune, l’assessore alla mobilità e il direttore della protezione civile oltre ai vertici di Atac e Trambus, sono stati definiti diversi dettagli.

Dalle 14 di domani sarà in funzione la sala operativa della protezione civile che controllerà tutte le chiusure per i vari passaggi del corteo presidenziale ma anche il funzionamento dei mezzi pubblici i cui percorsi verranno dirottati a causa delle manifestazioni antibush, in particolare quelli che attraversano le strade attorno a piazza Esedra. Per la protesta si annuncia l’arrivo dei centri sociali da tutta italia e gli organizzatori fanno sapere di voler ospitare chi arriva da fuori nelle case occupate da Action.

Stato di massima allerta per tutte le strutture di pronto intervento come gas o enregia elettrica per intervenire in casi di emergenza. In strada ci saranno 150 uomini della protezione civile, molti di loro andranno a presdiare le postazioni del 118. A disposizione 50 ambulanze e 5 presidi in più dei vigili del fuoco.

Grande lavoro anche per l’ama impegnata a rimuovere i cestini portarifiuti nelle zone in cui si fermerà il presidente americano e a pulire i muri dai manifesti e dalle scritte contro bush comparse in queste ultime ore.

Ad essere blindatissima non sarà solo Trastevere. Off limits anche l’area attorno a villa taverna ai parioli che verrà praticamente isolata con l’ausilio di pattuglie e metal detector.

Insomma disagi un po’ per tutti. Tranne che per gli studenti che, tra i pochi a gioire, a causa di questa visita ufficiale domani salutano i loro insegnanti e se ne vanno in vacanza un giorno prima del previsto.

Per quanto riguarda la mobilità sabato resteranno chiusi il mercato di Piazza San Cosimato, Via Veneto, e le metro Spagna, Barberini, Lepanto e Ottaviano, mentre le strade dove passerà Bush verranno chiuse solo il tempo necessario a consentire il passaggio del corteo presidenziale. L'Ama poi non passerà fino a domenica.

Durante la visita di Bush a Trastevere, nel tratto dalla basilica di Santa Maria in Trastevere a piazza Sant'Egidio, potranno accedere soltanto residenti, negozianti e impiegati.

 
TAG: Bush
 

[07-06-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE