Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trasferimento campo nomadi La Barbuta, nuovo stop

il piano nomadi del Campidoglio fatica ad essere attuato. Accolto ricorso di associazioni umanitarie

Il piano nomadi del Campidoglio fatica ad essere attuato. Il Tribunale civile ha accolto il ricorso di alcune associazioni umanitarie che si opponevano al trasferimento della popolazione rom del campo de La Barbuta presso "moduli abitativi". Secondo la seconda sezione del tribunale civile il trasferimento dei rom presenta "profili discriminatori".

Belviso - “L’8 agosto - ha detto Belviso - la II Sezione del Tribunale civile di Roma ha accolto la richiesta di alcune associazioni dette umanitarie di bloccare l’assegnazione dei moduli autorizzati al campo de La Barbuta. La motivazione è che si imputa al Comune di Roma di compiere atti discriminatori nei confronti della popolazione rom perché assegna moduli abitativi all’interno dei campi nomadi e non case popolari”. “Questi campi sono centri di assistenza ed accoglienza, e per principio chiunque senza tetto può essere accolto, - ha proseguito ancora il vicesindaco - ma nella sentenza si dice che il fatto che non si danno le stesse disponibilità ai rom rispetto agli altri cittadini questo di per se è un fatto discriminante e quindi bisogna dare ai rom l’accesso alle case popolari. Non si può chiedere al paese di creare una corsia preferenziale per le popolazioni nomadi -ha detto Belviso- Ci sono cittadini italiani e stranieri che sono in lista d’attesa da anni, se i rom ritengono di averne il diritto si mettessero in coda, quando sarà il loro turno avranno la casa anche loro”. “La nostra avvocatura sta lavorando ad un ricorso che annulli questa ordinanza. Potrebbe essere pronta già da martedì".

Dopo mesi di stop del Piano Nomadi causati dal Consiglio di Stato, la Cassazione aveva sospeso a sua volta lo stop del Consiglio e ora il Tribunale Civile decide, a sua volta, di sospendere i trasferimenti alla Barbuta a pochi giorni dalla chiusura di uno dei più pericolosi campi tollerati a Roma, in Via del Bajardo.

[11-08-2012]

 
Lascia il tuo commento