Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trovato cadavere in un bagno dell'aeroporto Leonardo da Vinci

La porta del bagno, nel Terminal 3, era chiusa a chiave

Il corpo di un uomo senza vita è strato ritrovato in un bagno del Terminal 3 della'Aeroporto di Fiumicino. Secondo quanto si è appreso, l'uomo era senza documenti. Dalle prime informazioni ha un'apparente età di circa 40 anni e non indosserebbe i pantaloni. La porta del bagno era chiusa a chiave. Secondo quanto si è appreso, la testa dell'uomo era riversa nel water e i pantaloni sono stati trovati accanto sul pavimento. Il corpo non è stato ancora ispezionato e finora, apparentemente, non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di violenza. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, compreso quella del malore. Sulla vicenda indaga la polizia.

Si ipotizza che dietro la morte dell'uomo ci sia un suicidio o un malore. Lo si apprende da fonti investigative. La porta della toilette era chiusa a chiave dall'interno e gli investigatori al momento non avrebbero trovato elementi riconducibili a un omicidio. L'uomo, uno straniero di circa 30 anni, non aveva con sè documenti e non indossava i pantaloni. Secondo quanto si è appreso il corpo non è stato ancora rimosso e si troverebbe per terra con la testa incastrata nel water pieno di sangue. Non si esclude un'emorragia, magari mentre l'uomo stava vomitando, o un gesto estremo come tagliarsi la gola. Sulla vicenda indaga la polaria. Da accertare se il 30enne fosse appena arrivato a Roma con un volo. Sono in corso indagini per accertare se ci sia eventualmente una valigia.

 
 

[01-08-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE