Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operazione antiprostituzione, cinque arresti

la Polizia Locale di Roma Capitale scopre una guerra tra bande per controllo dello spaccio e della prosituzione

Operazione antiprostituzione della Polizia di Roma Capitale che ha portato all'arresto di cinque persone per sfruttamento della prostituzione. Gli agenti hanno scoperto una guerra tra bande di albanesi che si contendevano il controllo del traffico di stupefacenti e lo sfruttamento della prostituzione. I membri della banda non risparmiavano angherie alle ragazze dell’Est che costringevano sui marciapiedi del quadrante Est della capitale (Corcolle in particolare). Il bilancio è di dodici persone appartenenti a due gang albanesi fermate dagli uomini della Polizia di Roma Capitale coordinati dal vicecomandante Antonio Di Maggio: di queste, cinque sono finite in manette, due sono state denunciate a piede libero mentre la posizione degli altri sarà verificata nel corso delle indagini.

L’operazione è iniziata lo scorso novembre: fu proprio una delle  ragazze sfruttate a raccontare a dei vigili di pattuglia la vita d’inferno che i capibanda la costringevano a condurre, con tanto di minacce di morte nei suoi confronti suoi e dei due figlioletti. L’indagine proseguì con intercettazioni telefoniche. In uno dei dialoghi, gli esponenti di una banda pianificavano chiaramente estorsioni e intimidazioni ai danni delle prostitute “gestite” dalla gang rivale. Il passo successivo è stato quello delle perquisizioni domiciliari: in casa delle cinque persone arrestate gli agenti hanno trovato sostanze stupefacenti e denaro contante oltre a vere e proprie armi: pistole, ma anche coltelli ed una spada katana, quella tipica dei samurai. I malviventi erano provvisti anche di documenti, regolari dal punto di vista legale – erano stati rilasciati dalle ambasciate di Romania e Albania- ma conteneti dati anagrafici falsi. Delle ragazze, quasi tutte provenienti dai paesi balcanici, si sta occupando il centro antiviolenza del Comune di Roma.

[26-07-2012]

 
Lascia il tuo commento