Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ostia, trovato pacco bomba sul lungomare

l'ordigno non poteva esplodere. E' stato comunque disinnescato dagli artificieri

E' stato disinnescato dal nucleo artificieri della polizia il pacco bomba rinvenuto in piazzale Magellano 41 nei pressi dello stabilimento balneare "Il Capanno": il pacco conteneva materiale esplosivo, bulloni e chiodi.

La bomba si presentava come un tubo di plastica dal quale fuoriuscivano dei fili. La presenza dell'ordigno era stata segnalata da una telefonata anonima al 113: una voce maschile annunciava la presenza della bomba all'interno dello stabilimento "Il Capanno". Quasi in contemporanea, un bagnino addetto alla manutenzione, dopo aver notato dietro le cabine dello stabilimento una busta di cartone sospetta, ha avvertito un poliziotto del Commissariato di Ostia libero dal servizio, che era nello stabilimento.

L’agente, accertando la presenza di materiale potenzialmente pericoloso, ha messo in sicurezza la zona, allontanando immediatamente i bagnanti che nel frattempo si erano avvicinati e chiamando i colleghi artificieri. Sul posto sono intervenute in ausilio all’agente, inviata dalla Sala Operativa, le Volanti del Commissariato di Ostia che hanno provveduto alla chiusura delle strade.. L'area è stata transennata e durante le operazioni degli artificieri il lungotevere di Ostia è rimasto chiuso al transito.

La bomba ritrovata ad Ostia - L’ordigno, di rudimentale fattura, era composto da un cilindro di ferro di colore nero, con all’interno dei bulloni e chiodi e una presunta sostanza di colore giallo-verdastra verosimilmente, polvere pirica, il tutto collegato ad un apparato cellulare privo di Sim Card. Il congegno quindi non sarebbe comunque potuto essere attivato. Gli artificieri stanno analizzando la polvere rinvenuta nell'ordigno.

[21-07-2012]

 
Lascia il tuo commento