Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Slot machine manomesse, evasione da 550 mila euro

operazione congiunta tra Aams e Guardia di Finanza

Le slot machine venivano modificate e grazie ad una doppia scheda comunicavano giocate inferiori rispetto a quelle reali. Il comando provinciale della Guardia Finanza di Roma insieme all’Aams, l’organizzazione che regola il comparto del gioco pubblico in Italia, ha smascherato una frode al fisco che ammonta ad almeno 550.000 euro.

"Una volta effettuato l'intervento -spiega il generale Virgilio Pomponi, comandante Nucleo polizia Tributaria Roma Guardia di Finanza- abbiamo avuto conferma dell'anomalia di queste macchine. Abbiamo quindi scoperto che lo Stato era stato frodato per il contributo che queste macchine devono erogare allo Stato. I responsabili -continua il generale Pomponi- sono stati quindi denunciati per truffa ai danni dello Stato e frode telematica".

I funzionari dell'Aams e i militari della finanza hanno scoperto la frode dopo due mesi di analisi specifiche sulla rete, riscontrando la differenza fra i dati ricevuti rispetto all'andamento reale degli apparecchi. I controlli hanno riguardato sale giochi di Roma e Provincia e le 19 apparecchiature manomesse sono state sequestrate. Nel primo semestre del 2012 sono state controllate, nel Lazio, circa 10.000 slot machine e 2.329 esercizi.

"La situazione romana e da parte nostra sotto controllo -spiega Pietro Ferrara, il direttore dell'ufficio regionale Aams- Rispetto ad un campione verificate del 25% degli esercizi controllati sul totale a noi risulta un dato di illegalità che non va oltre il 2-3%. Il dato è in linea con l'anno scorso"

[20-07-2012]

 
Lascia il tuo commento