Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Cohen, arrestato 44enne romano

l'uomo avrebbe ucciso per gelosia

Più di un anno di indagini e poi la pista giusta: quella della gelosia. E' il movente che avrebbe portato all'assassino di Rafael Cohen, 74 enne di origine ebraica ucciso il 13 giugno dell'anno scorso nell'androne della palazzina dove abitava, in via Lanciani.

Nella storia dell'omicidio di Cohen c'è una donna in mezzo a due uomini, una situazione di relazioni extraconiugali e presunte molestie sessuali. I carabinieri del nucleo investigativo di via in Selci hanno arrestato un 44enne romano, incensurato e dipendente all'Aise (l'ex Sismi). Su di lui da tempo si erano posate le attenzioni degli investigatori, così come da tempo si era fatta largo l’ipotesi di un movente passionale.

Il 44enne aveva una relazione extraconiugale con una donna dipendente dell’azienda della famiglia Cohen. Proprio sul luogo di lavoro la donna avrebbe subito molestie sessuali da parte di Rafael Cohen. E’ questo il movente che avrebbe scatenato la reazione del 44enne. L’uomo avrebbe seguito il commerciante sin sotto casa, sferrandogli una coltellata al torace e allontanandosi poi dalla palazzina di via lanciani. Nessun testimone, tanto che per i carabinieri e’ stato difficile ricostruire la vicenda. L’indagine e’ durata oltre un anno: a incastrare il 44enne sarebbero stati una serie di errori commessi dall’uomo nelle ore successive all’omicidio, nel tentativo di costruirsi un alibi.
 
 

[20-07-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE