Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ater, le dirigente delle vendite compra ex casa dell'ente

la denuncia dell’associazione inquilini, non sarebbe un caso isolato

La responsabile del servizio cessione immobili dell’Ater Roma avrebbe messo in vendita un appartamento e poi se lo sarebbe comprato. Un’operazione conclusa in poco tempo, molto meno di quello a cui devono sottostare tutti gli altri inquilini che vogliono acquistare un immobile. L’inchiesta interna voluta dal presidente dell’Ater Prestagiovanni ha concluso che non c'è stato reato. Le leggi permettono una procedura di questo tipo. Ma a lasciare perplessi i vertici l’ex istituto delle case popolari è l’opportunità di una operazione del genere. E non sarebbe neanche un caso isolato, secondo l’associazione degli inquilini.

Reati ne commettono invece tutti coloro che vivono in case popolari senza averne diritto. E – stando ai numeri – sarebbero anche tanti. Oltre il 30% non paga regolarmente il canone d’affitto o non ha diritti per l’alloggio popolare.

Già un paio di mesi fa l’Ater aveva chiesto alla guardia di finanza di avviare una collaborazione più stretta per mettere nel mirino tutti i furbetti. Anche perché in questo periodo l’Ater non può permettersi di non incassare tutto il dovuto. La prima tranche dell’Imu ha succhiato via dalle casse dell’ente milioni e milioni di euro. Altri ancora dovranno essere pagati a dicembre. Il bilancio dell’Ater segna un rosso di 105 milioni. Troppi soldi, per lasciare risorse per strada.

[20-07-2012]

 
Lascia il tuo commento