Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ragazza ferita a Termini, non ci sarebbe stata violenza

identificato un tunisino di 30 anni. ''Era consenziente, non c' stato abuso''

La turista australiana di 22enne trovata in una pozza di sangue questa mattina all'alba in via Milazzo, vicino la stazione Termini, non ha subito una violenza sessuale. Secondo la polizia che ha fermato un barista di 30 anni, di cittadinanza tunisina, la giovane avrebbe avuto un rapporto consensiente. ''Era consenziente, non c'è stato abuso'', ha raccontato alla polizia il giovane tunisino che ieri sera era in compagnia della turista australiana. La ragazza è ora ricoverata al Policlinico Umberto I dopo essere stata soccorsa dal 118. A dare l'allarme una donna che stava allestendo il banco del mercato. Gli agenti sono riusciti ad identificare il 30enne tunisino grazie all'analisi delle immagini delle telecamere installate in strada.

La nota della polizia, nessuna violenza - "Le indagini condotte dalla Squadra Mobile hanno permesso di chiarire che la vicenda non ha evidenziato alcun comportamento violento ai danni della ragazza straniera. Gli elementi acquisiti dagli uffici investigativi della Questura di Roma e che hanno portato a tale conclusione, derivano sia dalle numerose testimonianze raccolte sia dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere".

Il video - Il tunisino e la giovane australiana sono stati ripresi prima mano nella mano. Poi l'immagine terribile della ragazza in stato di choc che si allontana mentre perde sangue. Le immagini delle telecamere hanno permesso agli uomini della squadra mobile di ricostruire ciò che è accaduto. Le immagini parlano di un rapporto particolarmente violento, seppur consenziente. Gli amici della giovane hano riferito che i due si erano conosciuti poche ore prima in un locale della Capitale e di essere andati poi via insieme. Sembra che il giovane tunisino, anche lui ubriaco come la ragazza, avrebbe tentato di soccorrerla ma senza chiamare le strutture preposte. La giovane si sarebbe trascinata, con una forte emorragia in corso, per circa 300 metri. Il tunisino allo stato non risulta indagato né per lesioni né per omissione di soccorso.
Anche la turista australiana, le cui condizioni sono in miglioramente, è stata ascoltata dalla polizia e sta iniziando a ricordare quel che è successo. La giovane avrebbe detto agli agenti di aver conosciuto il tunisino poche ore prima. Il rapporto sessuale, particolarmente violento tanto che ancora in terra sono visibili macchie di sangue, si è consumato in strada e sarebbe stato ripreso dalle telecamere. Secondo questa prima ricostruzione non si sarebbe quindi trattato di stupro. La giovane turista da qualche giorno era in vacanza a Roma con un gruppo di amici.

La 22 enne australiana, questa mattina, era stata trasportata al policlinico Umberto I dove è stata sottoposta a intervento chirurgico per bloccare un'emorragia. La donna al momento è fuori pericolo.
 
 

[11-07-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE