Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Contraffazione, smantellata organizzazione tra il Lazio e la Campania

sequestrati capi d'abbigliamento abusivi e scarpe contraffatte con marchio Hogan

L’estate 2012 non si fa mancare nulla sul litorale romano: sulla spiaggia di Fiumicino gli agenti della la polizia nautica  coordinati dalla dottoressa Lucia Muscari hanno sequestrato la bellezza di 3000 ‘pezzi’ di capi d’abbigliamento abusivi: bracciali, copllane scarpe e non potevano mancare neppure gli articoli da spiaggia.

Un giro di contraffazione gestito prevalentemente da stranieri che interessa quasi tutto il litorale capitolino. I controlli hanno interessato anche altre spiagge, comprese quelle di Maccarese ed Ostia: sedici i sequestri in totale effettuati dalle autorità in seguito all’accertamento delle licenze dei venditori. Il materiale è stato donato ad enti che si occupano di assistenza sociale. Spiagge ma non solo: in Campania, porecisamente tra Napoli e Caserta, gli uomini della guardia di Finanza di Roma hanno smantellato una ‘filiera’ che produceva calzature contraffatte. 3 mila pezzi sono stati sequestrati dalle fiamme gialle mentre venivano trasportati nella capitale. Sotto sequestro anche otto siti di produzione. La vera e propria azienda era gestita da 13 persone –denunciate per associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione e alla ricettazione- ogni componente del “gruppo” aveva compiti ben precisi nella catena di montaggio: dalla fabbrica di suole ai plantari. Le scarpe, perfettamente riprodotte, non ancora consegnate venivano ‘stoccate’ in un deposito dotato di sistemi di videosorveglianza per ‘difendere’ il materiale da eventuali blitz delle forze dell’ordine.

[10-07-2012]

 
Lascia il tuo commento