Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Terremoto ai Castelli romani, avvertito anche a Roma

magnitudo del 3.5, epicentro tra Montecompatri e Monte Porzio Catone

Nel tardo pomeriggio di lunedì, intorno alle 17.13 una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 è stata nettamente avvertita dalla popolazione in provincia di Roma, soprattutto a sud di Roma. Le località vicine all'epicentro del terremoto sono i comuni dei Castelli romani di Montecompatri, Colonna e Monte Porzio Catone. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

"Un po' più a Sud rispetto all'area dell'epicentro - ha riferito Salvatore Barba, funzionario di sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - è stata registrata una sequenza sismica durata circa un anno, dall'aprile del 1989 a marzo del 1990. Vent'anni fa sono state registrate scosse anche di magnitudo 4, mentre nel 1927 sembra ci sia stata una scossa di magnitudo pari a 5". "L'unica cosa che possiamo dire alla popolazione - ha concluso il sismologo - è che monitoriamo la situazione e che è consigliato attenersi alle norme di prudenza". "Il terremoto registrato nella periferia romana è avvenuto a 10 chilometri di profondità. La scossa - ha aggiunto Barba - è stata risentita su una vasta area: intorno all'epicentro è stata risentita con intensità Mercalli tra 4 e 5, mentre a Roma con intensità Mercalli tra 2 e 3".

La scossa è stata avvertita anche a Castelgandolfo, nel Palazzo Apostolico dove Benedetto XVI trascorre le sue vacanze da martedì scorso.

[09-07-2012]

 
Lascia il tuo commento