Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Un amore di gioventý

di Mia Hansen-LÝve. Con Lola Creton, Sebastian Urzendowsky

di Rosario Sparti

Camille ha 15 anni, Sullivan 19. Il loro amore, nato durante l’estate, è intenso e passionale, ma Sullivan parte per il Sudamerica e Camille si ritrova sola. Gli anni passano e la ragazza non sembra riuscire a dimenticare, finché non conosce un maturo architetto di cui diventa assistente e amante. Ma proprio quando tutto sembra andare per il meglio, Sullivan si riaffaccia nella sua vita...

Menzione speciale della giuria all’ultimo festival di Locarno, il nuovo film della giovane regista francese Hansen-Love è una nuova tappa nell’elaborazione di una perdita, in questo caso legata all’amore e non al trauma del lutto come nel suo bel film precedente, IL PADRE DEI MIEI FIGLI. Una corsa sulla giostra dei sentimenti e la loro struggente crudeltà, narrata nello spirito della migliore tradizione francese con lo sguardo di Rohmer ad aprire le fila.

La forza dei sentimenti, nella loro espressione più vorticosa e dilaniante, ossia quella della giovinezza, trova qui la piacevolezza di un racconto asciutto ma che colpisce allo stomaco, senza facili psicologismi o colpi bassi allo spettatore, al suon di colpi di scena e melodrammi di quart’ordine. La regista tratteggia con poche e rapide pennellate la storia di questi personaggi combattuti tra ansia di libertà e desiderio d’un amore assoluto, costruzione della propria identità e ansia d’essere amati.

In maniera semplice, con uno stile ellittico e caratterizzato dai mezzi toni, la regista si avvale dei due bravi interpreti per ricordarci la forza del primo amore, una storia che ogni spettatore conosce e con cui convive. Memoria e crescita, così come grazia e passione, sembrano essere elementi inconciliabili ma che, giocando sul filo del rasoio col melodramma, il film ci mostra come elementi necessari l’uno all’altro, emozionandoci con grande gusto e sensibilità. Mia Hansen-Love si conferma così come uno dei nuovi piccoli talenti europei da non perdere d’occhio.  
 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[22-06-2012]

 
Lascia il tuo commento