Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Apre il nuovo ponte Ostiense

il nuovo cavalcaferrovia collega circonvallazione Ostiense con la via Ostiense. E' costato 15 milioni e 390 mila euro

Ci sono voluti due anni di lavori per completare il ponte ferroviario che collega la via Ostiense con la circonvallazione omonima. Una grande ala bianca visibile anche da molto lontano sovrasta i binari della metro B e della Roma-Lido. Il ponte, lungo circa 160 metri, ha due carreggiate separate a tre corsie per senso di marcia ed una pista ciclabile di un metro e mezzo di larghezza in entrambi i sensi. Il progetto è cambiato in corsa proprio per poter includere uno spazio dedicato agli amanti delle due ruote a pedali.

"Si tratta di un importante investimento infrastrutturale per la mobilità -ha detto Alemanno-, qui siamo vicini ai mercati generali, a centri direzionali importanti e all'università. Quindi si tratta anche di dare valore ad un quartiere che è uno dei più promettenti nella nostra città".

L'opera permette il collegamento diretto di due parti dello stesso quartiere Ostiense, prima divise dai binari della Roma Lido e della linea B della Metropolitana. Il costo complessivo per la realizzazione della struttura è stato di 15 milioni e 390 mila euro. Se si prevede una riduzione dei tempi di percorrenza per gli automobilisti della zona, non sarà lo stesso per i mezzi pubblici: gli autobus dell’Atac, per scelta dell’azienda, continueranno il consueto percorso e non passeranno per il nuovo ponte.

"La decisione dell'Atac al momento è di non cambiare le linee per evitare disagi ai viaggiatori. Quindi -spiega Fabrizio Ghera, l'assessore ai Lavori pubblici Ghera- al momento l'Atac non ha previsto il passaggio sul ponte".

"Abbiamo appreso che l'Atac non può farci passare i propri mezzi- dice Nando Bonessio, presidente Verdi Lazio-. Questo ponte non è inserito in un progetto più ampio quindi speriamo che le successive amministrazioni puntino di più sul trasporto pubblico e non su quello privato. E' l'unica ricetta per risolvere i problemi nella nostra città".

L’arco ed i suoi appoggi sono stati realizzati in acciaio così come i tiranti.  Di notte la struttura sarà illuminata con una colorazione bianco azzurra. L’amministrazione capitolina, con l’apertura del nuovo cavalcaferrovia, prevede la riduzione dei tempi di percorrenza per gli spostamenti dalla via Cristoforo Colombo alla zona Marconi. Ma tra i residenti non tutti sono soddisfatti. "Se è utile non lo so -dice un residente- staremo a vedere nei prossimi giorni". "Ci hanno levato 100 posti auto nella circonvallazione Ostiense e non è poco -continua un cittadino contrariato- comunque sì, l'opera è bella bisogna capire se effettivamente risolverà i problemi di viabilità della zona. Io credo di no".

Al taglio di nastro si è notata l’assenza inconsueta dell’assessore alla mobilità Antonello Aurigemma. Secondo alcune indiscrezioni pubblicate sul corriere della sera Aurigemma starebbe per essere sfiduciato dalla giunta Alemanno per questioni legate alle nomine dell’Atac. Il sindaco preferisce non parlarne.

[22-06-2012]

 
Lascia il tuo commento