Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Decoro urbano, emergenza mozziconi di sigaretta

Quasi 2 miliardi di ''cicche'' finiscono a terra, secondo i cittadini occorrerebbero pi cestini.

di Vincenzo Samà - Simone Chiaramonte

Ogni anno nella città di Roma vengono gettate oltre 4 miliardi di cicche. Quasi la metà però finisce inesorabilmente per terra, a sporcare strade, marciapiedi, piazze e non solo. Un problema non solo per il decoro e l'immagine della città ma anche un rischio per la salute. I mozziconi di sigaretta sono infatti capaci di liberare nell'ambiente oltre 4000 sostanze chimiche nocive, tra cui benzene, gas tossici ed addirittura elementi radioattivi come il Polonio 210. Questo perché la capacità di biodegradazione oscilla tra l'uno e i cinque anni, facendo anche triplicare i costi per la pulizia delle strade. Ma oltre a provocare l'incremento delle polveri sottili le cicche di sigaretta sono pericolose anche per l'ambiente acquatico, perchè provocano l'inquinamento dei corpi idrici con gravi intossicazioni di pesci e uccelli che per errore ingeriscono i mozziconi.

Secondo Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie) il problema deve essere affrontato in maniera sistemica, con la riduzione della produzione di cicche di sigarette, la raccolta differenziata, il riciclo dei materiali e il recupero energetico. A Cremona e Lecce hanno fatto qualcosa di più con programmi di sensibilizzazione e severi divieti che hanno permesso di multare i meno attenti. E a Roma? Nella nostra città si continua inesorabilmente a gettare mozziconi di sigaretta praticamente ovunque: all'ombra del Colosseo e ai piedi della Fontana di Trevi. Il problema è anche culturale: nessuno osserva il rispetto alla "cosa pubblica" e quando sporchiamo la città con una "cicca" nessuno si indigna come accade a Berlino o Stoccolma. Figuriamoci la multa: questa non è neanche prevista.

Secondo i dati della Doxa l'84% degli italiani, ma anche i fumatori(64%), è favorevole al'introduzione di una multa di 30 euro per chi butta in strada i mozziconi. Mentre il 58,6% di coloro che non fumano vorrebbe estendere il divieto di fumare anche nei parchi e giardini pubblici, il 63% negli stadi, il 73,6% nelle aree aperte degli ospedali, il 78,2% alla guida, l'81% nei cortili delle scuole e il 91,4% nelle auto alla presenza di minori.
 
 

[21-06-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE