Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

De Pedis via da San'Apollinare

il corpo dell'esponente della Banda della Magliana Ŕ stato traslato in mattinata

Enrico De Pedis, detto "Renatino", non riposa più nella Basilica di Sant'Apollinare. Il corpo dell'esponente della Banda della Magliana il cui nome è stato accostato più volte alal scomparsa di Emanuela Orlandi, è stato traslato. La moglie e i fratelli di De Pedis sono entrati in chiesa intorno alle 7 da una porta laterale.

La bara di zinco è stata trasportata fuori dalla chiesa intorno alle 8 ed è stata portata via da un furgoncino delle pompe funebri. Il corpo di De Pedis era stato tumulato nella cripta della basilica per volere della famiglia e dopo aver ricevuto il nulla osta dell'allora vicario di Roma cardinale Poletti. De Pedis morì in una sparatoria a Campo de Fiori il 2 febbraio 1990. Il suo nome entrò nella vicenda Orlandi a seguito di una telefonata arrivata nel 2005 alla trasmissione 'Chi l'ha visto' che suggeriva di andare a vedere chi fosse sepolto nella cripta di Sant'Apollinare per capire la verità sulla scomparsa della ragazza.

I magistrati romani titolari dell'inchiesta sul caso Orlandi avevano poi disposto la ricognizione sui resti di De Pedis avvenuta il 14 maggio scorso. Visto il buono stato di conservazione è stato possibile identificare immediatamente che si trattava del boss della banda della Magliana come poi confermato anche dalle impronte digitali.
 
 

[18-06-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE