Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Teatro Valle, un anno di occupazione

in programma tre settimane di eventi, spettacoli ed incontri

Festeggia un anno di occupazione ed immagina il futuro della cultura ripensata dal basso. Gli occupanti del teatro Valle si preparano a tre settimane di eventi, dentro e fuori il teatro, per celebrare 365 giorni di impegno artistico e politico, spontaneo e partecipato. 

Un cartellone ricco di 60 interventi artistici, di cui 6 fuori dal Valle, ma anche 7 assemblee di discussione aperte. Un anno di occupazione ripercorso in 23 giorni, in vista del Statuto partecipativo che anticipa la costituzione della fondazione per il teatro valle spazio comune.

"Questi 23giorni saranno la summa delle esperienze che abbiamo realizzato quest'anno - spiegano Laura Bizzarri e Paolo Giovannucci a nome degli 850 volontari che si stanno occupando del teatro - Sarà un matrimonio messicano, un anno in miniatura per mostrare a tutti cosa è successo e cosa succederà qui".

A dare il via agli spettacoli, mercoledì alle 15, giorno dell'anniversario del referendum sull'acqua, la Festa dei beni comuni con Salvatore Settis e Stefano Rodotà, mentre Fabrizio Gifuni con Rocco Papaleo e la sua band alle 21 daranno vita a 'Uno a Uno. Valle al centro'. Tra i protagonisti in arrivo in ogni angolo del teatro (ci sarà un nuovo palcoscenico pure nel foyer), anche il violoncellista Giovanni Sollima, i The walls (band supporter di U2 e Red Hot Chili Peppers), il cast di Boris con Paola Minaccioni e Lillo in Ridiamoci sopra, i Motus, Moni Ovadia, Pier Cortese, Daniele Vicari, il teatro di Sostanze volatili e dei Menoventi.

[11-06-2012]

 
Lascia il tuo commento