Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il mercato Testaccio chiude i battenti

La nuova sede aprirÓ il 13 giugno, presso il Centro Polifunzionale situato tra le vie Volta, Galvani, Franklin e Ghiberti.

Sentimenti contrastanti per l'ultima giornata di attività del mercato Testaccio. Dispiacere, ma anche ottimismo per il cambio di sede, anche se non sono mancate note polemiche in merito all'ipotesi di ristrutturare quella sede che da decenni è parte della vita del quartiere, del cuore di Testaccio. La nuova sede aprirà il 13 giugno, presso il Centro Polifunzionale situato tra le vie Volta, Galvani, Franklin e Ghiberti. Il nuovo mercato occuperà una superficie complessiva di 5000 mq e avrà posto per 103 operatori; 2.550 sono i mq dedicati a percorsi pedonali e spazi pubblici. Aperta su quattro lati con completa copertura dal sole e dall'acqua, la luce e l’aria filtreranno negli spazi interni attraverso pennellature traforate. La nuova struttura prevede anche un sistema di ventilazione naturale e pannelli fotovoltaici posti sulla copertura. 

Nonostante tutte queste novità annunciate dall'amministrazione capitolina, pochi sembrano davvero convinti. "Non sono contento perchè la struttura nuova non è ancora agibile - ha detto un venditore - Da lunedì siamo chiusi questo è l'ultimo giorno purtroppo. Poi ci trasferiremo e andremo anche a dormire nella nuova sede. I banchi ci sono ma non ci sono le porte, forse pensano che sono un optional. Arriveranno, forse tra dieci giorni, forse quindici". Un'altra venditrice si è invece detta "contentissima", soprattutto "per un discorso igienico. Questo è un mercato vecchio - ha aggiunto - Potremo dare un servizio migliore ai clienti. Con questo nuovo mercato ci saranno sicuramente dei cambiamenti, ma i tempi cambiano e dobbiamo adeguarci". Polemico un altro venditore: "Bisogna vedere se la gente viene nella nuova sede, a Ponte Milvio e Andrea Doria stanno a morire di fame. A questo punto conviene vendersi il banco perchè è aumentato tutto, le spese sono raddoppiate. Ci vogliono trentaduemila euro per allestire un banco. Qui è tutto più pittoresco, la gente ci conosce e viene da una vita a fare la spesa da noi". Perplessi anche alcuni dei clienti, il cui maggiore auspicio è che il nuovo mercato sia dotato di parcheggio, visto che quello del posto auto è il problema principale dell'ormai prossima ex sede dello storico mercato rionale. 



 
 

[09-06-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Ultimo giorno del mercato Testaccio"
 
 
  CORRELATE