Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Patenti facili per duemila euro

sei persone in manette, sequestrate 100 licenze di guida

Quanto le devo? “duemila euro”. In alcuni casi erano anche quattromila e il furbetto di turno (nella maggior parte dei casi uno straniero) si portava a casa nientemeno che una patente di guida. Quattro pubblici ufficiali della motorizzazione civile (impiegati nelle sedi di via Salaria e Laurentina) sono finiti in manette insieme a due titolari di autoscuole. L’inchiesta, partita nel gennaio 2011 e coordinata dal gruppo emergenza e pubblica sicureza della polizia di Roma Capitale, ha portato anche al sequestro di 100 licenze di guida e all’iscrizione nel registro degli indagati di ben 59 persone.

Un modus operandi non così complesso: dopo il pagamento della somma, il candidato veniva fortemente agevolato durante lo svolgimento della prova scritta:  secondo l’accusa erano gli stessi ufficiali a suggerire con messaggi in codice  le risposte dei quiz, o in molti casi a compilare i test  di proprio pugno. 

Più si pagava, minore era il tempo di attesa per ricevere la patente. A smascherare il meccanismo sono bastati 45 giorni di intercettazioni ambientali e telefoniche, oltre alla ripresa filmata dello svolgimento degli esami. A carico dei funzionari, tutti veterani nelle rispettive sedi, e dei titolari delle autoscuole, il gip Antonella Minunni ha firmato le ordinanze di custodia cautelare. Il reato contestato è quello di corruzione e induzione all’errore di pubblico ufficiale. E potrebbe non essere finita qui, visto che tra gli arrestati ci sarebbe anche un rappresentante legale di ben 40 autoscuole di Roma e Provincia.

[05-06-2012]

 
Lascia il tuo commento