Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Parata del 2 giugno, ancora polemiche. Allerta per possibili blitz antagonisti

sarÓ una sfilata militare "sobria", costerÓ circa 2 milioni e 700 mila euro

Dopo le polemiche sulla decisione di non annullare la parata del 2 giugno il rischio è che ci siano dei blitz di gruppi antagonisti. Per questo la questura di Roma ha previsto delle misure di sicurezza eccezionali per la parata delle forze militari prevista per sabato 2 giugno. Una sfilata che sarà, come annunciato da Napolitano, dedicata alla memoria delle vittime.

Dopo le ultime scosse di terremoto in Emilia che hanno provocato 17 vittime, 350 feriti e migliaia di sfollati, sono stati in tanti, anche a livello istituzionale, a chiedere l’annullamento della sfilata militare dei Fori Imperiali. Da Vendola fino al sindaco Gianni Alemanno che ne ha chiesto più volte la cancellazione: “Non è tanto per il risparmio – ha detto Alemanno – quanto per il segnale che la gente si attende”. Sul web; da face book a twitter, si è poi scatenata la protesta contro la sfilata, con tanto di petizioni e siti nati ad hoc. Protesta che potrebbe anche sfociare in manifestazioni eclatanti sabato in via dei Fori Imperiali.

Da più parti si era sollevata la richiesta di non celebrare la parata del 2 giugno e devolvere i soldi ai terremotati. Alla fine la decisione di Napolitano ha invece confermato la sfilata che avrà comunque un basso profilo: per la parata sono previsti circa 3200 militari e civili ed il costo complessivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 milioni e 700 mila euro rispetto ai 4 milioni spesi nel 2011.

 
 

[31-05-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE