Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Finanza, sgominato traffico internazionale di stupefacenti

15 tanzaniani in manette, importavano la droga dal Brasile. Sequestrati 50 chili tra coca ed eroina

15 persone sono state arrestate per traffico internazionale di stupefacenti; una banda di tanzaniani residenti anche nelle province di Roma importavano droga in Italia con il sistema dell'ingerimento di ovuli di cocaina.

L’operazione, ribattezzata dagli investigatori “Venus”, dal nome del sito internet attraverso il quale venivano prenotati gli alberghi per i soggiorni dei componenti della banda, ha preso avvio dall’arresto, all’aeroporto di Fiumicino, di un passeggero proveniente dal Brasile che aveva ingerito oltre un chilo di cocaina in capsule. Attraverso telefonate ed sms ricevuti sul cellulare dell’uomo, è stato possibile risalire agli altri componenti della gang. L’incrocio dei dati sulla prenotazione del biglietto hanno inoltre permesso di individuare la regia di una donna, Maria Marilena De Santana che, dal Brasile, gestiva l’invio di numerose persone con il ruolo di corrieri “ovulatori”.

A Roma e a Napoli avevano sede operativa rispettivamente Kirro Zura e Hassan Kaburuma, capi dell’organizzazione, che guidavano gregari specializzati nelle varie funzioni: dall’approvvigionamento di eroina alla lavorazione e al taglio dello stupefacente; dal trasporto alla commercializzazione e allo spaccio. Tutti gli indagati comunicavano fra loro nell’idioma “Swahili”, usato nei paesi africani, di difficilissima comprensione e consultavano gli stregoni di un villaggio tanzaniano, chiedendo riti sacrificali per propiziare l’esito delle loro operazioni.

Con la collaborazione dei Servizi Antidroga del ministero dell’Interno e delle polizie estere, altri corrieri diretti in Italia sono stati arrestati negli aeroporti di Lisbona, Madrid, Barcellona, Monaco, Copenaghen e Lione. Il bilancio finale è il sequestro di oltre 50 chili, fra cocaina ed eroina, che avrebbero potuto fruttare al sodalizio transnazionale circa venti milioni di euro.

[22-05-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia