Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Case Ater, stretta della finanza su occupanti

i finanzieri controlleranno la regolaritÓ della posizione degli inquilini Ater

Si prevedono tempi duri per chi occupa abusivamente un alloggio dell’Ater. L’agenzia infatti annuncia controlli più serrati e una collaborazione con la Guardia di finanza. Si tratta di un problema che riguarda due piani differenti: chi nasconde entrate consistenti, infatti, da una parte evade il fisco dall’altra gode ingiustamente del diritto di abitare in un appartamento destinato all’edilizia residenziale pubblica.

Per questo il presidente dell’Ater Bruno Prestagiovanni ha scritto al comando provinciale della Guardia di Finanza e ha chiesto per il futuro una più stretta collaborazione. “Il contrasto all’evasione e all’indebita assegnazione di alloggi, scrive prestagiovanni, è la premessa per attivare flussi certi di risorse finanziarie per ottimizzare la gestione del patrimonio pubblico immobiliare e per generare nuove entrate”. Insomma, in tempi di crisi, diventa ancora più importante controllare la regolarità delle posizioni degli inquilini Ater anche per evitare sprechi. Si avvia quindi una collaborazione sinergica per avviare scambi di informazioni pur nel rispetto di ruoli e competenze. L’obiettivo è anche quello di garantire meglio il diritto all’abitazione, con la speranza che azioni più mirate consentano di liberare quanto prima case occupate ingiustamente per andare finalmente ad alleggerire le liste d’attesa formate da tante, troppe famiglie da tempo in affanno.

[10-05-2012]

 
Lascia il tuo commento