Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Romani i pił stressati, record di fumatori

il Lazio ha la maglia nera per il consumo di antidepressivi e farmaci

I romani consumano sempre più antidepressivi e sigarette. E’ il quadro riportato dal rapporto Osservasalute dell’Università Cattolica, che ogni anno fotografa lo stato di salute degli italiani e la qualità dell’assistenza nelle diverse Regioni del Paese. Giunto alla sua X edizione, lo studio assegna a Roma e Lazio il record di fumatori: a tenere il pacchetto in tasca è il 26,7 per cento della popolazione contro il 22,8 della media nazionale. E, rispetto ai dati di due o tre anni fa, la percentuale è in continua crescita.

Il Lazio detiene la maglia nera anche per il consumo di antidepressivi e farmaci in genere. Nel 2010 nella nostra regione sono state assunte 1.034 dosi di medicine per mille abitanti, laddove il valore medio nazionale è di 952. Di conseguenza, il Servizio Sanitario ha dovuto sborsare per ogni cittadino quasi 250 euro, con una media italiana di 215.
Anche i giorni di degenza media preoperatoria, a Roma e nel Lazio, oltrepassano il valore nazionale: quasi tre, contro l’1,88 di tutta Italia e solo il 19% dei malati è operato entro due giorni.

I romani superano meglio la prova del “palloncino”: gli astemi si attestano sul 26% contro una media nazionale del 28.
Altro dato positivo è quello sulle nascite: sarà merito degli immigrati, ma il tasso di natalità è più alto che nelle altre regioni e l’età media delle gestanti è 32 anni contro i 31 del resto d’Italia. Infine un dato che riguarda il tasso dei suicidi: i romani registrano il più basso d’Italia.

[07-05-2012]

 
Lascia il tuo commento