Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rassegna stampa estera
 
» Prima Pagina » Roma nel mondo » Rassegna stampa estera
 
 

Francesi al voto a Palazzo Farnese

al primo turno Hollande il preferito dai residenti a Roma

I francesi a Roma per eleggere il futuro presidente. A determinare il risultato dell'incerto confronto elettorale fra Nicolas Sarkozy e François Hollande saranno anche i transalpini residenti nella capitale italiana: di prima mattina in molti si sono recati alle urne all'Ambasciata di Piazza Farnese o al Consolato di via Giulia per il ballottaggio delle presidenziali. Al primo turno i francesi d'Italia hanno espresso una chiara preferenza per François Hollande: il 22 aprile, il candidato socialista ha ottenuto il 36,48 per cento dei voti a Roma e il 34,32 per cento in tutta Italia, contro il 29,79 per cento di Nicolas Sarkozy nella capitale e il 32,27 per cento nell'intera penisola.

In tutta Italia il candidato del Front de Gauche, Jean-Luc M‚lenchon, aveva ottenuto al primo turno l'8,88 per cento delle preferenze, il centrista Francois Bayrou l'8,20 per cento e la leader dell'estrema destra Marine Le Pen il 6,77 per cento. I francesi residenti in Italia aventi diritto al voto sono 33.851 e l'affluenza al primo turno è stata del 31,49 per cento. Le urne chiuderanno alle 18, come in Francia, e i primi risultati 'localì si avranno in serata.

AGGIORNAMENTO RISULTATI BALLOTTAGGIO: François Hollande è il nuovo presidente della Repubblica francese. Il candidato socialista ha vinto anche tra i francesi residenti in Italia: il 55,17 per cento dei votanti nelle circoscrizioni italiane lo ha preferito a Sarkozy che, secondo i dati diffusi dall'Ambasciata di Francia a Roma, si èfermato al 44,83 per cento. L'affluenza in Italia è stata del 36,87 per cento: si sono infatti recati alle urne 12.500 elettori francesi sui quasi 34mila iscritti. A Roma Hollande ha ottenuto il 58,67 per cento delle preferenze, Sarkozy si è fermato al 41,33 per cento. Più alta l'affluenza nella Capitale dove ha votato il 47 per cento degli aventi diritto.

Al centro del confronto pre-elettorale i due sfidanti hanno fatto più volte riferimento all'Italia. Nell'ultimo dibattito televisivo Hollande ha accostato il nome di Sarkozy a quello di Silvio Berlusconi: "E' tuo amico, state nello stesso partito in Europa, il Ppe". Sarkozy, infastidito, ha replicato: "No, non è un mio amico", ricordando che Berlusconi si è espresso a favore del candidato socialista. A proposito di Mario Monti Hollande ha sostenuto: "Non ha la mia stessa sensibilità politica, è cosciente che non si può vivere in recessione".

SC

[06-05-2012]

 
Lascia il tuo commento