Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Il nuovo Galaxy S3

"Vede, ascolta e risponde"

Finalmente l'attesa è terminata. A Londra, è stato presentato al mondo il nuovo gioiello di casa Samsung. Il nuovo Galaxy S3 vede, ascolta e risponde.
La prima impressione guardando il terminale a schermo chiuso è quella di una linea piuttosto generica, non degna di un top di gamma. La sensazione cambia quando si accende lo schermo HD super amoled da 4,8 pollici. Nitidezza e densità di pixel lasciano senza fiato. La scelta dei materiali, invece, lascia non poche perplessità. Secondo i rumors delle scorse settimane ci si aspettava l'utilizzo di materiali ceramici, mentre invece siamo di fronte alle solite palstiche Samsung, ma trattate in modo particolare con l'hyperglazed. Una scelta forse per diminuire il peso del terminale che si attesta sui 133 grammi. Da notare inoltre la presenza del gorilla glass, lo schermo antigraffio già collaudato su diversi terminali.

Sul lato software ci troviamo di fronte all'ultima versione di Ice cream Sandwich 4.0.4. La fluidità, per questa stock rom, è senza paragoni. Nonostante sia ancora presente il touchwiz di Samsung, il processore quad-core Exynos da 1.4 Ghz, con 1Gb Ram, garantisce una resa perfetta. Qualcuno si aspettava un'interfaccia rinnovata, ma questa versione software ricalca la stessa inrfaccia del galaxy S 2.
Slot per la micro sim, bluetooth 4.0, Wi-fi direct, DLNA e led di notifica personalizzabili completano la dotazione di serie.

La prima domanda che sorge è sicuramente la durata della batteria. I 2100 Mah forniti dalla batteria riescono a coprire la "classica" giornata di utilizzo. In più troviamo il sistema di ricarica Wireless integrato. Questo sistema permetterà, attraverso un accessorio venduto seperatamente, di ricaricare il telefono semplicemente appoggiandolo sulla base di ricarica, senza bisogno di alcun cavetto.
La memoria interna, così come per l'iPhone, presenta diversi tagli: 16, 32 e 64 Gb espandibili con micro sd. La versione da 64 Gb forse non arriverà in Italia, ma poco importa, lo slot per la micro sd ci permette di aggiungere lo spazio necessario per memorizzare qualsiasi cosa.


Alla fotocamera non si aggiungono pixel, troviamo infatti un sensore da 8 mega pixel con scatti a raffica e sensore BSI. Questa modalità permette di scattare foto a ripetizione, affidando al Galaxy la scelta del miglior scatto. Flash led e registrazione video in Full Hd completano le dotazioni della Cam posteriore. Davanti trova spazio una fotocamera da 1,9 mega pixel anch'essa in grado di registrare in HD a 720p. La particolarità di questa cam, con la funzione Stay Smart, sta nel fatto che riconosce il volto di chi utilizza il telefono e non spegne lo schermo durante l'utilizzo. Alert Smart invece, sfruttando l'accellerometro, visualizza le notifiche "perse" non appena si solleva il terminale dalla scrivania.
La funzione S Voice è il fiore all'occhiello di Samsung, un sistema di riconoscimento vocale avanzato, diffirente dal Siri di Apple e dal sistema Google. "Vede, ascolta e risponde". Si perchè il nuovo galaxy ti saluta, ti chiede cosa vuoi fare. Possiamo effettuare una chiamata, scrivere un sms, scattare una foto dicendo "cheese". Addirittura, mentre stiamo leggendo un sms di un nostro contatto, possiamo chiamarlo avvicinando semplicemente il telefono all'orecchio.

La data di lancio ufficiale per l'Europa è il 29 maggio. Disponibili due diverse colorazioni: Marble white e Pebble blu.
I prezzi delle differenti versioni, 16-32-64 Gb, non sono ancora stati resi noti.

Un terminale sicuramente molto valido. Forse a qualcuno non è piacuto il design e la scelta dei materiali così come l'interfaccia, troppo simile al Galaxy S2. Ma le tante ottimizzazioni e funzionalità in più si fanno sentire. Ice Cream Sandwich di Android garantisce un fluidità software ottimale e il processore quad-core permette di sfruttare a pieno tutte le sue potenzialità. Il suo unico rivale al momento è l'HTC One X, anch'esso con processore quad-core. Apple di certo non resterà a guardare. Il lancio del nuovo iPhone, forse ad ottobre, sarà in grado di competere con il nuovo Galaxy? Difficile dare una risposta positiva. Staremo a vedere.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it
Stefano Soriano
 
 

[04-05-2012]

 
Lascia il tuo commento