Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio, continua la caduta libera: pareggio col Siena e fine del sogno Champions

Numerose occasioni da goal fallite dai biancocelesti, poi il vantaggio di Destro. Ledesma pareggia ma la rimonta non arriva. Ora c'č da difendere l'Europa League

Altri punti persi per la Lazio, stavolta in casa, contro un Siena ormai salvo e senza grossi stimoli. I biancocelesti non riescono a ribaltare il vantaggio di Destro e una volta trovato il pareggio con Ledesma si spengono lentamente. La Champions è un miraggio, l’Europa League ancora da conquistare.

LA PARTITA – Bizzarri prende il posto di Marchetti, Konko si posiziona a centrocampo, ritorna Candreva. Al 2’ Rocchi incrocia di sinistro su lancio di Ledesma, ma la sfera finisce in fallo laterale. La Lazio è ancora pericolosa al 9’ con Konko, anticipato in uscita da Pegolo. Al 12’ tre occasioni clamorosi in successione: Rocchi spara due volte su Pegolo, Candreva si fa trovare pronto per il tap in a porta vuota ma i toscani si salvano miracolosamente in angolo. Rocchi non sta bene ma è un incubo per la difesa bianconera, che non riesce a contenerlo. La Lazio crea e spreca tantissimo, il Siena la punisce: al 26’ Destro incorna indisturbato in area, firmando l’1 a 0. Rocchi va ancora vicino al goal al 30’e al 33’, ma la porta senese sembra stregata. Il capitano alla fine molla e lascia il posto a Kozak. Finisce così un primo tempo paradossale, con un Siena che si ritrova in vantaggio a sorpresa, pur difendendo male e attaccando senza convinzione.

Inizia la ripresa e al 48’ Kozak non approfitta di un retropassaggio assassino, graziando Pegolo. Al 53’ è Candreva a impegnare il portiere bianconero, poi ci prova Gonzalez ma non c’è niente da fare. Al 60’ l’ennesimo affondo di Candreva fa male al Siena e frutta un rigore pesantissimo: Ledesma va dal dischetto e pareggia i conti. Al 65’ Biava fallisce per l’ennesima volta la zuccata vincente e la Lazio continua a premere. Al 69’ Mauri sbaglia da pochi passi, come a Novara, dieci minuti dopo Pegolo lo ferma in angolo. All’82’ Kozak colpisce un clamoroso incrocio dei pali, la sfera non vuole proprio entrare e la partita si avvia mestamente verso il pareggio.

La Lazio continua nel suo finale di campionato horror, lasciando altri punti per strada e abbandonando definitivamente l’idea di un posto in Champions. L’analisi tecnica del match è quasi superflua, con un Siena rinunciatario e senza mordente, vittima sacrificale che aspetta solo un colpo di grazia che però non arriva mai, soprattutto quando il boia in questione è una Lazio disperata e senza forze. I biancocelesti hanno mollato in prossimità dell’arrivo e, ormai superati, cercano almeno di difendere l’Europa meno nobile. Mancano pochi giorni alla fine di un’agonia che è iniziata a Gennaio e che è durata cinque lunghi mesi, la caduta libera prosegue e poco importa se l’atterraggio sarà più o meno morbido: l’obiettivo dichiarato ad inizio stagione non è stato raggiunto e qualcuno dovrà rispondere degli errori commessi. O continuare ad illudersi ed illudere che, in fondo, poteva andare peggio.

Valerio Lazzari

[02-05-2012]

 
Lascia il tuo commento