Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giallo al lungotevere Aventino, rinvenuto cadavere

i Carabinieri non escludono l'ipotesi della rapina degenerata in omicidio

Non ha ancora un nome l’uomo caduto da un’altezza di 10 metri dal Lungotevere Aventino. Il corpo è stato ritrovato da un passante, intorno alle 10:00 di questa mattina, riverso sulla banchina del Tevere. La vittima della caduta era senza documenti, di carnagione olivastra, e dall’apparente età di 40 anni.

Secondo una prima ipotesi l’uomo potrebbe esser precipitato da un muretto che costeggia la strada, probabilmente si tratta di un senza tetto ma i Carabinieri della stazione Aventino non escludono neanche l’ipotesi dell’aggressione per rapina.

Le ferite riscontrate sul cadavere sembrano compatibili con l’impatto da una caduta da circa 10 metri. I militari, che indagano sul caso, aspettano però i risultati dell’autopsia che nei prossimi giorni chiarirà le cause della morte.

Nel dicembre del 2011 c’era stato un caso molto simile e che ancora rimane irrisolto: un uomo era stato ritrovato sulla banchina del fiume proprio nello stesso punto in cui è stato rinvenuto questa mattina il cadavere. La vittima era senza documenti, aveva un IPod e delle cuffie alle orecchie. Inizialmente si pensò ad un incidente poi prese piede l’ipotesi della rapina degenerata in omicidio.

 
 

[02-05-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE