Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Collisione tra due treni a Termini, ancora disagi in stazione

il bilancio di 6 contusi. Binari 4 e 8 ancora interdetti alla circolazione

La magistratura ha già aperto un'inchiesta per stabilire le cause della collisione tra due treni Frecciarossa all'ingresso della stazione Termini. Intanto alla stazione centrale di Roma continuano i disagi per i viaggiatori. Alcuni treni della dorsale tirrenica - fanno sapere dalle Ferrovie dello Stato - non fermano a Termini ma effettuano servizio passeggeri alla stazione Ostiense, mentre altri si appoggiano a Tiburtina. Sono stati anche soppressi treni in partenza in mattinata per Palermo, Bari e Firenze. I binari coinvolti nell'incidente di ieri, il 4 e l'8, sono ancora interdetti anche perché sono ancora occupati dai convogli coinvolti nella collisione di giovedì sera.

La dinamica - Stavano ormai entrando in stazione a Roma quando, intorno alle 19:00 di giovedì, i due Frecciarossa che viaggiavano su binari vicini si sono urtati, precipitando passeggeri e personale di bordo nella paura. Sei persone sono rimaste contuse tra gli addetti di Trenitalia. Tra i passeggeri non ci sono stati feriti, ma alcuni hanno accusato dei malori per lo spavento. Uno dei treni ad alta velocità, proveniente da Milano, è uscito dai binari e alcuni vagoni si sono inclinati andando a sbattere contro l'altro treno, che veniva da Salerno.

Ipotesi oggetto sui binari - Tra le ipotesi al vaglio sulle cause dell'incidente c'è anche quella di un oggetto, un corpo estraneo, che potrebbe aver provocato lo "scarrellamento" di uno dei treni.
 
Una Commissione d'inchiesta interna di Ferrovie dello Stato dovrà stabilire le cause della collisione, sulla quale al momento non vengono formulate ipotesi ufficiali. Tra le possibilità, il cattivo funzionamento di uno scambio, la rottura di un binario o un errore umano. "Sono tranquillo. Ho rispettato il limite di velocità viaggiando in stazione al di sotto dei 30 chilometri orari", ha detto un macchinista poco dopo la collisione. L'incidente ha provocato disagi alla circolazione ferroviaria su tutta la rete, con ritardi e treni deviati alla stazione di Roma Tiburtina. All'ingresso dei binari 4 e 5 di Termini, secondo la prima ricostruzione di Fs, uno dei due Frecciarossa ha 'scarrellato', cioè alcune ruote sono uscite dai binari e i vagoni hanno urtato quelli dell'altro treno che stava compiendo una manovra analoga. Tutto secondo le procedure e ad una velocità inferiore ai 30 chilometri orari secondo quanto riferito dall'ufficio stampa di Trenitalia. Il risultato è stato un urto che ha mandato in frantumi alcuni finestrini e all'aria bagagli e suppellettili.
 
 

[27-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE