Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Emergenza rom

la proposta dell'opera nomadi

5.000 rom da rimandare a casa, nella propria terra di origine, e magari a craiova, citta’ della Romania occidentale dalla quale ogni anno emigrano centinaia di abitanti alla volta di Roma.

Una proposta avanzata dall’opera nomadi alla vigilia del viaggio a Bucarest del sindaco Walter Veltroni che i primi di giugno incontrerà il governo romeno per affrontare un’emergenza ormai diventata insostenibile per la capitale, quella dei rom e del loro possibile trasferimento in centri di accoglienza da realizzare fuori dal grande raccordo anulare.

Questo almeno quanto previsto da quel patto sulla sicurezza siglato tra il ministero dell’interno e il Campidoglio, ma che ora è in discussione se non fosse per le tante polemiche sollevate da comunità e associazioni.

Tra queste anche 'opera nomadi' che per bocca del suo presidente prepara ricette alternative a quelle del patto e invita il primo cittadino a considerare altre possibili soluzioni.

Per massimo converso la soluzione potrebbe essere quella di rilanciare l’attività economica di craiova. Rivitalizzare la città significherebbe permettere ai rom di rientrare nelle loro case e di rifarsi una vita nella citta’ di origine. Insomma una sorta di mantenimento a distanza…staremo a vedere.

Vedi: allarme criminalità immigrati 

[28-05-2007]

 
Lascia il tuo commento