Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Piano ciclabilitą approvato in Assemblea capitolina

previsti 1000 chilometri di piste ciclabili entro il 2020, investiti 170 milioni

L'Aasemblea capitolina ha approvato la delibera che dà il via libera al piano quadro della ciclabilità. Il piano prevede la realizzazione di 1000 chilometri di piste ciclabili entro il 2020 con un investimento di 170 milioni di euro. Nel dispositivo del documento è stato inserito, grazie ad un emendamento di commissione, l'obbligo di destinare una parte delle multe elevate in città alla sicurezza stradale e anche per la ciclabilità.

La progettazione sarà suddivisa a breve, medio e lungo periodo e saranno definiti i tratti immediatamente realizzabili come l'Appia, Tor de Cenci, Caffarella e Roma-Fiumicino fino alla pianificazione di quelle ancora in progettazione. Il piano prevede stalli per le biciclette nei nodi di scambio e cioè nelle stazioni metro, ferroviarie, nei parcheggi e davanti alle scuole. La notizia del piano per chi ama pedalare arriva, forse non a caso, proprio pochi giorni prima della manifestazione di sabato 28 'Salvaiciclisto' a via dei Fori Imperiali. "Ringrazio l'assemblea capitolina per aver votato all'unanimità questa importante delibera - ha detto il sindaco Gianni Alemanno - che risponde finalmente alle richieste di chi vuole utilizzare con sicurezza le due ruote ecologiche. Roma avrà centinaia di piste ciclabili in più, sul Lungotevere, nel centro storico, in collegamento alle fermate delle metropolitane e alla Stazione Termini". Proprio oggi il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti aveva parlato della necessità di attuare "una rivoluzione urbanistica che metta al centro la qualità della vita. Dieci giorni fa abbiamo approvato una delibera che affronta questi temi e che vuole porre attenzione ai diritti dei cittadini sulle due ruote nel momento in cui si pianificano le infrastrutture. Questo vuol dire investire sulle ciclabili, avere attenzione quando si rifanno le strade, mettere le rastrelliere per le biciclette". Critico il consigliere capitolino del Pd Athos De Luca: "In quattro anni questa amministrazione non ha realizzato neanche un chilometro di piste e ha abbandonato al degrado quelle esistenti". Dello stesso avviso il consigliere del Pd Enzo Foschi: "Il fatto che la maggioranza di Alemanno abbia scelto di approvarlo a ridosso della manifestazione 'Salvaiciclisti' e soprattutto senza aver previsto neanche un euro per la realizzazione di nuove piste ciclabili nella Capitale, lascia molti dubbi".

BiciRoma - Dopo l'approvazione della delibera che dà il via libera al piano della ciclabilità, 'BiciRoma', il movimento autonomo ed indipendente che nasce dall'Associazione Due Ruote d'Italia onlus "si augura ora che il piano trovi adeguati finanziamenti e che venga realizzato man mano che si fanno le manutenzioni stradali senza perdere più nessuna occasione di sviluppo della mobilità ciclistica e sostenibile nella nostra città garantendo realmente la sicurezza di chi si sposta in bicicletta".
 
 

[25-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE