Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Specializzandi in protesta a Montecitorio

"Chiediamo dignitą. Il governo Monti punta sui giovani ma fa cassa con i soldi delle borse di studio"

Centinaia di giovani medici specializzandi sono scesi a protestare, in piazza del Parlamento, contro l'ipotesi di una detrazione fiscale imposta alle borse di studio e di ricerca. Nonostante l'approvazione dell'emendamento che ha escluso la tassazione, i giovani medici hanno protestato ugualmente. "Non vogliamo credere che un Governo che si è presentato dicendo quello che fa bene ai giovani fa bene al Paese voglia far cassa con i soldi delle borse di studio e degli assegni di ricerca -spiegano gli specializzandi-, sono somme che garantiscono il minimo sostentamento per migliaia di giovanissimi ricercatori e medici specializzandi".

Si sono presentati di fronte a Montecitorio con fischietti, tamburi, una bandiera italiana ed un'ambulanza di cartone. Centinaia di giovani in camice bianco hanno manifestato in piazza Montecitorio per chiedere "certezze" sul loro futuro e maggiore dignità. "Noi non giochiamo a fare il medico voi non giocatevi il nostro futuro" hanno scritto su alcuni striscioni. In piazza c'erano non solo gli specializzandi degli atenei romani, ma anche delegazioni di altre città tra cui Pisa.

Traffico in tilt in centro - Le centinaia di giovani hanno attraversato via del Corso camminando sui marciapiedi, in alcuni tratti ed al centro della strada in altri. Si é registrato qualche disagio al traffico, principalmente degli autobus e mezzi Ama. "Non è una questione economica, chiediamo che venga riconosciuta dignità agli specializzandi - spiegano i manifestanti - Non vogliamo essere trattati come manodopera. Stamattina una nostra delegazione dovrebbe essere ricevuta da alcuni parlamentari".

[17-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "video Vista Tv"