Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Centurioni in protesta a piazza Venezia

"Alemanno dacce 'na mano"

Reclamano lavoro e chiedono aiuto al sindaco Gianni Alemanno. Decine di centurioni, che dal 4 aprile sono stati allontanati dall’area del Colosseo, hanno manifestato questa mattina a piazza Venezia.
E’ l’ennesima protesta dei figuranti nell’arco di dieci giorni, dopo le due occupazioni dell’Anfiteatro Flavio ed i ripetuti incontri in Campidoglio che, dopo l’allontanamento dai Fori dei figuranti, non hanno portato a soluzioni. Sono gli stessi centurioni a chiedere regole certe ed un riconoscimento da parte dell’amministrazione capitolina.

"Chiediamo, come abbiamo detto già nei giorni passati -dice David Sonnino, portavoce dei centurioni- che ci siano delle regole specifiche e chiare. Ora sono 12 giorni che non lavoriamo, ci aspettiamo una risposta a breve dal Campidoglio". 

"Se ci spostano da un altra parte non si risolve niente -racconta un centurione- Chi si è comportato male al Colosseo si comporterà male anche in altri posti. La soluzione ai 'furbi' è solo una regolamentazione chiara".

La manifestazione è stata rumorosa ma pacifica, ben diversa da quella di venerdì scorso culminata con l’occupazione del Colosseo ed alcuni tafferugli con la polizia municipale. Mentre i centurioni che non possono più chiedere soldi ai turisti in cambio di foto continuano a protestare, la linea del Campidoglio pare essere quella dura, indicata anche dalla sovrintendente ai beni archeologici Maria Rosaria Barbera. La sovrintendente, in nome del decoro, aveva infatti lanciato il suo ultimatum a Roma capitale affinché l’area venisse liberata da camion bar, ambulanti e appunto centurioni. Al momento il giro di vite del Campidoglio per il decoro dell’area storica si è incentrato soprattutto sui legionari.

[16-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "video Vista"