Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Gp Cina - Le pagelle

Rosberg quasi perfetto. Bene Mclaren e Williams. Vettel e Alonso lottano.

 Nico Rosberg  9

La gara che aspettava da anni finalmente si concretizza, senza sbavature. Ora dovrà farci capire se è il momento di sbocciare definitivamente o accontentarsi di piccoli momenti di gloria.

Michael Schumacher 7

Non è veloce come il compagno di team, ma è molto più sfortunato. Una sua vittoria nei prossimi Gp? Difficile, tuttavia un podio a 43 anni suonati sembra una impresa possibile.

Jenson Button 8

Si riscatta alla grande dall’opaca gara in Malesia, tornando alla solita guida non spettacolare, ma estremamente intelligente. Senza l’errore del suo box avrebbe vinto? Probabilmente no. Resta comunque una bella prestazione.

Lewis Hamilton 8

Lo dicevo già dopo il Gp della Malesia. Questo è un Hamilton nuovo, che abbina maggior concretezza alla consueta velocità. Pur senza incantare, è il più costante in questo avvio di stagione e si trova meritatamente in testa al Mondiale.

Sebastian Vettel 7

Nelle prime fasi di gara sembrava un pesce fuor d’acqua a centro gruppo.  Grazie anche ad una buona strategia del team cresce nella seconda parte e perde il podio solo a due giri dalla fine.  Sono certo che ci salirà presto. Chi però l’anno scorso parlava di fenomeno ora capirà quanto grande era il merito della vettura.

Mark Webber 6,5

D’accordo, arriva  davanti al compagno di squadra e siamo 3-0. Però parte ancora una volta malissimo e nei duelli ci mette grinta, ma gli manca decisamente la zampata del campione.

Williams 7

Conferma che il passo avanti rispetto al 2011 è stato gigantesco. E i due piloti paganti non sfigurano.

Fernando Alonso 6,5

Solita tenacia e abilità di guida, tuttavia non si può ignorare l’errore che nel finale gli costa tre posizioni. Certo, se avesse una vettura più competitiva, avremmo parlato di un'altra corsa.

Felipe Massa 5,5

Ennesimo zero nella casella dei punti, eppure stavolta Felipe fa una corsa dignitosa e sono le scelte del muretto a non convincere.

Kimi Raikkonen 5

Perde 10 posizioni in due giri, dal sogno del podio al miraggio di prendere almeno un punto. Non era il caso di fare una sosta in più?

[15-04-2012]

 
Lascia il tuo commento