Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Treni regionali, investiti 1,25 miliardi

presentati i nuovi convogli. 75 nuovi treni entro il 2013

Buone notizie per i pendolari della Regione Lazio. Sono in arrivo nuovi treni; 75 saranno a regime nelle tratte regionali entro il 2013, di queste 35 entreranno in funzione entro il 2012. Verranno inoltre integralmente ristrutturate esternamente 97 carrozze, 35 saranno invece riammodernate internamente. "Le tratte - ha detto il presidente della Regione Lazio Renata Polverini - adesso saranno assegnate a seconda delle esigenze. Moretti ha detto ciò che noi abbiamo sempre sostenuto: quello che si ricava dal Frecciarossa e dall'Alta Velocità deve essere anche versato sul tpl per i pendolari. Da oggi anche quelli del Lazio potranno godere di treni più moderni e dignitosi". Polverini ha sottolineato l'importanza "della collaborazione tra le istituzioni per dare risposte concrete ai cittadini", ricordando anche il nuovo servizio del Leonardo Express Roma-Fiumicino partito qualche mese fa.

Aumento dei viaggiatori dovuto alla crisi - L’aumento del numero dei viaggiatori che scelgono il treno per spostarsi è stato determinato, soprattutto negli ultimi mesi, dalla crisi e dell’aumento del prezzo della benzina. "Sin dall’inizio del nostro mandato, il trasporto pubblico locale è stato al centro della nostra attenzione – ha detto il Ministro dei trasporti e dello sviluppo economico Corrado Passera -. Questi interventi possono fare veramente la differenza e contribuire a rimettere in moto una crescita sostenibile".

Per quanto riguarda i nuovi treni si tratta di carrozze a doppio piano (tipo Vivalto), entrate ormai in produzione nelle officine di AnsaldoBreda. La flotta regionale di Trenitalia, alla fine di questo percorso, si arricchirà in tutto di almeno 50 convogli a doppio piano, con locomotiva E464 Bombardier, in grado ciascuno di trasportare fino a 850 persone sedute. In base alla composizione scelta per il treno, che può oscillare dalle 5 alle 7 vetture, il numero dei convogli varierà da un minimo di 50 fino a un massimo di 66. Il piano di investimenti lanciato da Trenitalia nel 2009, a vantaggio dei pendolari, insieme alle 350 nuove vetture doppio piano Vivalto, ha già consentito l'acquisto di 100 locomotive E464, con un contratto di fornitura siglato con Bombardier nel novembre 2009 per 150 locomotive. E, inoltre, ha permesso di avviare la ristrutturazione e l'ammodernamento di circa 1.600 carrozze e di foderare i 480mila sedili di 6.000 carrozze, con nuovi copri sedili in eco-pelle. Un ulteriore investimento riguarda l'installazione di self service e validatrici di ultima generazione, per circa 61 milioni di euro. Le nuove carrozze saranno prodotte da AnsaldoBreda in quattro diversi siti produttivi a Pistoia, Verona, Santhià e Reggio Calabria, con una media di 12-14 consegne al mese. I locomotori E464 Bombardier continueranno ad uscire dalle officine di Vado Ligure con una cadenza di 4 al mese, portando la flotta Trenitalia di E464 a 688 unità entro la seconda metà del 2013.

[05-04-2012]

 
Lascia il tuo commento