Giornale di informazione di Roma - Lunedi 20 ottobre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Mostre Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Mostre Roma
 
 

Mostra Avanguardie Russe

fino al 2 settembre all'Ara Pacis. Da Chagall a Kandinskij

Tornano a Roma le Avanguardie Russe dopo il successo della mostra su Rodchenko. All'Ara Pacis, fino al 2 settembre, si potranno ammirare circa 70 capolavori dei più grandi artisti russi del secolo scorso, provenienti da musei quali la Galleria statale Tret'jakov e da musei regionali russi poco conosciuti dal grande pubblico. Sono esposti i rappresentati dell'arte russa di inizio '900; dalla coloratissima Piazza Rossa di Mosca secondo l'astrattismo di Kandinkskij, al falciatore di Malevich, fondatore del Suprematismo. Poi Le Donne con il rastrello di Natalia Goncharova e ancora lo stile fantastico e intimista di Chagall, il Costruttivismo di Tatlin, il cubofuturismo e il cezanismo. Il pubblico, per la prima volta, potrà fruire delle nuove sale dell'Ara Pacis destinate alle esposizioni temporanee. Rispetto alla tappa palermitana, l'esposizione arriva a Roma accresciuta di 7 nuove opere: Lo spazzino e gli uccelli di Chagall per la prima volta Italia ed altre significative opere di Malevich (La mietitrice e Suprematismo. Composizione non-oggettiva), le suggestive tele di Kandinskij (Meridionale, Muro rosso. Destino e Composizione. Ovale grigio) e Composizione non-oggettiva di Rozanova. La mostra sarà arricchita da un'installazione firmata dall'artista Pablo Echaurren tesa a comunicare ai visitatori quanto le avanguardie influenzarono tutte le arti dal teatro al cinema, dalla poesia alla musica e da un'analisi sui rapporti tra futurismo italiano e russo di Claudia Salaris. Infine alcuni video racconteranno il contesto storico in cui sono nate le avanguardie.

''Una mostra mai vista prima a Roma'', racconta la curatrice Victoria Zubravskaya, in arrivo da 12 musei sovietici più una collezione privata, per raccontare quanto quel fervore e quei movimenti abbiano valicato i confini nazionali influenzando l'arte, la cultura, la moda e il design di tutto il mondo occidentale.

[05-04-2012]

 
Lascia il tuo commento