Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Truffe ai distributori di benzina, 22 colonnine sequestrate

Le 8 persone denunciate vendevano "in nero" benzina e gasolio

Vendevano benzina in nero da erogatori manomessi: decine di gestori di pompe di benzina hanno truffato l'erario e le compagnie petrolifere, mettendo in piedi una rete molto ramificata che operava in tutta la regione. Attraverso la manomissione delle pistole e delle colonnine per l'erogazione del carburante sono stati sottratti all'erario almeno 200 mila euro. Otto i denunciati, di cui sei gestori e due tecnici manutentori. Un sistema tutto sommato semplice, ma molto redditizio. A insospettire gli uomini della guardia di finanza, e a far scattare le indagini, è stato il comportamento di alcuni dipendenti di un distributore sul grande raccordo anulare: gli automobilisti disposti a pagare in contanti venivano indirizzati verso un erogatore in particolare, formalmente rotto: in realtà funzionava benissimo, ma era stato manomesso dai due tecnici. Siccome il pagamento veniva effettuato in contante, non rimaneva alcuna traccia dell'operazione

I sei gestori ed i due tecnici sono stati denunciati per i reati di uso di misure o pesi con falsa impronta, frode nell’esercizio del commercio e appropriazione indebita. Le Fiamme gialle hanno anche accertato che, attraverso la manomissione dei contalitri, i soggetti coinvolti nel sistema fraudolento sono riusciti a movimentare “in nero” prodotti petroliferi per oltre 110.000 litri.
 
 

[03-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE