Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tasse, i cittadini del Lazio tra i pi¨ tartassati

aliquota regionale ai massimi livelli per il debito delle Asl

I cittadini del Lazio detengono un amaro record: sono i più tassati d'Italia. Su tutte le regioni dello stivale i laziali hanno infatti ricevuto il prelievo Ipref regionale più alto: mediamente 440 euro ciascuno. Per l'anno successivo l'aliquota è salita ancora con un +1,76%. L'aliquota complessiva è quindi salita dall'1,70% ad 1,76%. I dati sono stati diffusi dal Ministero dell'Economia sulla base di elaborazioni dell'Agenzia delle entrate e sulle ultime dichiarazioni dei redditi. Nel Lazio pesa soprattutto il piano di rientro dal deficit miliardario della sanità regionale, oltre all'aliquota aggiuntiva di 0,33% imposta dal decreto Monti "Salva-Italia".

A Roma il peso del fisco locale è ancora maggiore, tra aliquota comunale salita in un anno dallo 0,5 allo 0,9%, la nuova imposta sugli immobili (Imu), con aliquote maggiorate per le seconde case e la tariffa sui rifiuti. Sono infatti previsti aumenti su entrambi i prelievi (Imu e Tari), per quanto riguarda le seconde case, l'aliquota balza al 10,6 per mille con gli estimi catastali rivalutati. Il ritorno della tassa sulla prima casa peserà invece mediamente 400 euro a famiglia. A Roma il peso complessivo dell'Irpef locale ammonta a ben 2,63%. Il dato si ricava sommando l'aliquota regionale (1,73% nel 2011) e quella comunale dello 0,9% (nel 2010 era 0,5%).

Unica nota positiva è il reddito: il Lazio (21.720 euro) è la seconda regione d'Italia per reddito medio, subito dietro alla Lombardia (22.710 euro)
 
TAG: tasse
 

[31-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE