Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Playoffs 2006-2007: la Virtus vola in semifinale

travolta in gara 3 la Eldo Napoli 83-58

Missione compiuta. Roma travolge Napoli con un secco 83-58 e vola verso la semifinale contro Siena. Gara senza storia quella di ieri sera, mai cominciata e di fatto persa ancor prima che cominciasse da una Eldo presentatasi a Roma con la faccia delle sue stelle rassegnata, e con la testa alle vacanze. La partita viene presa in mano da Roma già nei primi istanti di gioco, la squadra di Repesa è aggressiva, reattiva, motivatissima. Napoli al contrario è in enorme difficoltà e dopo neanche 3 minuti di gioco la Virtus conduce 8-1. Bucchi le prova tutte, ma non sembra esserci soluzione per i partenopei che a metà quarto sono sotto 11-1 e non hanno ancora segnato dal campo. Dopo circa 6 minuti di gioco Sesay trova il primo canestro dal campo per Napoli (che sembra un vero e proprio goal), canestro però preceduto da una sontuosa giocata di Bodiroga, che manda al bar Rocca e segna dai cinque metri con un jumper di classe cristallina. Napoli colleziona 5 palle perse nel solo primo periodo e in pratica dopo 10 minuti è semi-spacciata; il tabellone parla chiaro: 19-8 per Roma. Secondo quarto che si apre con un illusorio parzialino di 5-0 per Napoli, ma la Lottomatica si rimette prontamente in moto e piazza due triple consecutive che tagliano le gambe alla Eldo. Bucchi non sa letteralmente che pesci prendere, e deve incassare un altro parziale romano sul finire del secondo quarto (9-0), grazie a Righetti e Stefansson. Primo tempo che si chiude così sul 37-21.

Il secondo tempo diventa una grande passerella per i capitolini che strapazzano Napoli. Lorbek firma subito il 40-21, con Rocca che dall’altra parte si danna per tenere la Eldo in partita. Roma però è troppo superiore e non fa sconti alla Eldo mettendo il punto esclamativo sulla gara con la Magia (la maiuscola è d’obbligo) di Bodiroga su Spinelli (50-30). Il quarto quarto si apre sul punteggio di 59-38 per la Lottomatica, ed eccezion fatta per un fallo antisportivo di Rocca su Chiacig, e l’infinita serie di pick’n roll giocati ottimamente da Giachetti e Chiacig, non lascia praticamente nulla da segnalare. Roma con questo successo conquista l’Eurolega, e può prepararsi con serenità alle prossime sfide contro la Monte dei Paschi Siena.

QUI VIRTUS

La squadra è senza dubbio tonica, in salute, all’apice della condizione fisica. Passi avanti sono stati fatti, per quanto riguarda la fase offensiva, dai giocatori che partono dalla panchina, come dimostrano le cifre di Giachetti (12 punti + 4 assist), Stefansson (12 punti), Chiacig (9 punti + 6 rimbalzi) e Righetti (9 punti con 2/3 da tre). In questo modo i tre giocatori cardine della squadra hanno potuto giocare tutti meno di venti minuti, senza fare dei grandi sforzi; Bodiroga ha spolverato una più che discreta prova con 13 punti, 7 assist e 4 rimbalzi. Lorbek ha mostrato segni di ripresa specie nel tiro da fuori (2/3 da tre per 6 punti totali) e Hawkins ha spaccato bene la difesa nonostante la serata nel tiro da fuori non fosse proprio esaltante. Timidi miglioramenti di Askrabic. Garri invece è in controtendenza; completamente fuori da qualunque logica cestistica sta vedendo diminuire vertiginosamente il suo minutaggio e la stima dei tifosi.

Marco De Leo

[23-05-2007]

 
Lascia il tuo commento