Giornale di informazione di Roma - Martedi 22 luglio 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Al Gemelli si curano le dipendenze, anche quella dal web

intervista allo psichiatra Federico Tonioni: "La dipendenza nasconde sempre un'angoscia più profonda"

Da circa due anni all'ambulatorio di psichiatria del Policlinico Agostino Gemelli si cura ogni tipo di dipendenza. Il prof. Federico Tonioni si occupa di dipendenze patologiche da diversi anni e nel corso del suo lavoro ha avuto modo di ascoltare e condividere storie sofferte di persone dipendenti da droga, gioco d'azzardo ed anche da internet. L'ossessione per il computer e per il web è un tipo di patologia -come spiega il prof. Tonioni- che negli ultimi anni è in aumento.

Quanti pazienti avete curato da quando ha aperto l'ambulatorio?
"Da novembre 2009 sono arrivati circa 350, 400 giovani solo per la dipendenza da internet -spiega lo psichiatra del Gemelli- Negli ultimi anni c'è stato un incremento progressivo di questo fenomeno soprattutto per quanto riguarda gli internet dipendenti. Credo perché è un argomento molto trattato dai media e a cui le persone sono sempre più sensibili. Nonostante tutto credo che ci sia ancora molto sommerso"

Che tipo di paziente arriva qui in prima visita?
"La maggior parte dei nostri pazienti sono giovani, di sesso maschile dai 12 ai 22, 23 anni. Sono i cosidetti 'nativi digitali' e sono ragazzi che non hanno conosciuto un 'prima del computer'. Questi giovani mostrano dei segni, più che di dipendenza, di vero e proprio abuso del computer che può arrivare fino alle 16-18 ore al giorno. E' chiaro che questo abuso compremette la frequenza ed i risultati scolastici o universitari. Nella totalità dei casi, i pazienti presentano una  tendenza al ritiro sociale".

Quali terapie adottate e quali sono quelle più efficaci?
"Nei giovani è fondamentale lavorare sulle emozioni più che sulle ore di connessione. Nessuno pensa ovviamente di non far usare più il computer, o internet, ai nostri giovani. Piuttosto cerchiamo di insegnare ad utilizzare il web ed il computer in funzione della realtà autenticamente vissuta. Questo è il minimo che possiamo fare".

Quale consigli dà ai genitori di ragazzi che manifestano dipendenza da internet?
"Abbiamo anche un gruppo per genitori; sia per genitori che hanno figli che seguiamo sia per genitori che hanno bisogno di un consulto o consigli rispetto ad un problema che non sanno comprendere. La prima cosa che mi viene in mente è ciò che un familiare non dovrebbe mai fare: ovvero sottrarre bruscamente il computer contro la volontà dei propri figli poiché quando la dipendenza diventa patologica, questa nasconde sempre un'angoscia più profonda. A proposito di dipendenza da internet: da poco abbiamo pubblicato il volume 'Quando internet diventa una droga', il libro è anche uno strumento prezioso per aiutare i genitori che, appartenendo a generazioni pre-digitali, spesso non sono abituati all'uso del computer e alla navigazione in rete, e si scoprono impreparati alla comprensione dei disturbi che internet può arrecare ai loro figli".

AMBULATORIO PSICHIATRIA GEMELLI
Aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30.
Per accedere alla prima visita occorre prenotare telefonicamente, contattando i numeri 06 30154332-4122.

[24-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
 
Please click here to buy buy viagra online viagra online Australia click here viagra online , viagra nfuwbfiubwcece434 rr , cialis ,http://ukfarmok.com/ offers a lot of quality viagra pills. Fastest delivery for you! Viagra UK Pharmacy